Basket: Italia sconfitta dalla Spagna agli European Challengers U20 2021. Domani sera l’ultimo match contro l’Albania

Battuta d’arresto per l’Italia nella penultima giornata degli European Challengers U20 in svolgimento a Brno (Repubblica Ceca). Gli Azzurri di coach Vertemati, infatti, vengono sconfitti dalla Spagna con il punteggio di 70-50.

Match subito in salita per Spagnolo e compagni, con gli iberici che si portano in vantaggio di 10 punti già a fine primo quarto (20-10). L’Italia prova a rientrare subito, toccando il minimo svantaggio con due liberi di Arletti a pochi secondi dall’intervallo lungo (26-33, con un parziale nel secondo quarto in perfetta parità: 16-16). Al rientro dagli spogliatoi gli Azzurri non riescono a contenere l’attacco spagnolo. Le polveri bagnate dall’arco (1/13 dalla lunga distanza) non aiutano a ricucire il distacco dai pari età di coach Prado, che non alzano il piede dall’acceleratore e concludono il match con 20 punti di vantaggio.

Il miglior realizzatore tra i nostri cestiti è ancora una volta Matteo Spagnolo (nuovo giocatore della Vanoli Cremona per la prossima stagione, in arrivo dal Real Madrid con la formula del prestito) con 18 punti, unico giocatore dell’Italia in doppia cifra.

Gli azzurri scenderanno in campo per l’ultima volta nel torneo domani sera, concludendo la kermesse contro l’Albania (palla a due alle ore 20:30).

ITALIA – SPAGNA 50-70
Spagna: Huguet Carrasco 1 (0/2, 0/3), Tamba Villen 11 (5/6), Scariolo 10 (5/10, 0/1), Gonzalez Longarela 8 (0/2, 2/3), Carreno, Caicedo Sanchez 6 (1/1, 1/3), Naspler Peraire 2, Ochoa 2 (1/1), Tamba 8 (4/8), Dike 5 (2/5), Pradilla 15 (6/10, 0/1), Sanchez Infantes 2 (1/3). All. Prado
Italia: Schina 5 (1/2), Arletti 6 (1/5), Spagnolo 18 (3/10, 0/2), Casarin 4 (0/4, 1/4), Virginio, Donadio 2 (1/2), Grant 6 (2/4, 0/5), Borra, Basso, Ladurner 4 (1/5), Del Chiaro (0/3), Diouf 5 (1/6, 0/2). All. Vertemati

Foto: Fiba.basketball

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallanuoto, Tokyo 2021: inizia il cammino olimpico del Settebello, esordio con il Sudafrica

Ginnastica, Marco Lodadio manca la finale per un soffio. Olimpiadi 2024, il sogno non è finito!