Atletica, sbracciata imperiale di Daisy Osakue! Pazzesco record italiano alle Olimpiadi: il disco vola, pass per la finale

Imperiale sbracciata di Daisy Osakue, che tira fuori la migliore cannonata della carriera nel momento più importante. L’azzurra si presenta in pedana con estrema aggressività nelle qualifiche delle Olimpiadi di Tokyo 2021 e scaraventa il disco ad addirittura 63.66 metri! Un lancio stratosferico per la nostra portacolori, che al secondo tentativo tira fuori il classico coniglio dal cilindro ed eguaglia lo storico record italiano che appartiene ad Agnese Maffeis dal 12 giugno 1996. La piemontese si è semplicemente superata, con un perfetto gesto tecnico ha migliorato di quasi due metri il proprio personale (61.69 a Napoli nel 2019) e si è naturalmente qualificata per la finale.

La 25enne si è spinta ad appena 34 centimetri dalla norma di qualifica, quei 64 metri che servivano per staccare direttamente il biglietto per l’atto conclusivo e che oggi sono stati valicati soltanto dalla statunitense Valarie Allman (66.42 alla prima prova) e dall’indiana l’indiana Kamalpreet Kaur (63.97 alla terza). Daisy Osakue, che in carriera vanta come miglior risultato il quinto posto agli Europei 2018, si presenterà in finale con addirittura la quinta misura di accesso! Meglio di lei hanno fatto soltanto le già citate Allman e Kaur, la croata Sandra Perkovic (63.75), la tedesca Kristin Pudenz (63.73). A questo punto nulla sembra essere precluso alla nostra portacolori, che martedì 2 agosto (ore 13.00) proverà a essere grande protagonista nella battaglia tra le migliori dodici atlete e a inseguire un risultato di lusso.

Si sono qualificate per la finale anche la tedesca Marike Steinacker (63.22), la quotata cubana Yaime Perez (63.18), la portoghese Liliana Ca (62.85), la cinese Yang Chen (62.72), la tedesca Claudine Vita (62.46), la giamaicana Shadae Lawrence (62.27), la brasiliana Izabela da Silva (61.52). Sono eliminate, tra le altre, l’olandese Jordine van Klinken (61.15 per la detentrice della miglior prestazione mondiale stagionale, 70.22 lo scorso 22 maggio), la francese Melina Robert-Michon (60.88) e la cubana Denia Caballero (57.96).

Foto: FIDAL Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Nuoto, Simona Quadarella: “Volevo questa medaglia per tornare a casa felice”

Atletica, Olimpiadi Tokyo: Luminosa Bogliolo in semifinale sui 100 ostacoli, eliminata Di Lazzaro