MotoGP, Valentino Rossi: “La moto vibrava, mi superavano tutti. Yamaha ha novità per i Test di domani”

Valentino Rossi è caduto durante il GP di Catalogna 2021, settima tappa del Mondiale MotoGP andata in scena sul circuito di Barcellona. Il Dottore stazionava al limitare della zona punti ed era purtroppo protagonista di una gara avara di emozioni, in cui non era mai riuscito a essere nel vivo dell’azione. Il nove volte Campione del Mondo sperava di poter recuperare dall’undicesima piazzola sulla griglia di partenza, ma è rapidamente scivolato indietro e non è più riuscito a risalire la china. L’alfiere della Yamaha Petronas è così incappato in un’altra giornata estremamente deludente e prosegue la sua stagione sottotono. Due ritiri, un decimo posto, un undicesimo, un dodicesimo e due sedicesimi. Appena 13 punti raccolti dopo sette Gran Premi.

Valentino Rossi ha analizzato la sua prestazione ai microfoni di Sky: “Grandissima delusione. Un’occasione persa perché negli scorsi giorni avevamo un buon passo e avevamo aspettative alte. Gara negativa, ci aspettavamo di andare meglio, avevamo un buon passo con la hard, anche stamattina. Ma come al solito al pomeriggio è molto più difficile, non avevamo grip da subito, siamo andati in difficoltà fin dai primi giri. La moto scivolava, vibrava, poi mi sono anche steso“.

Rossi poi si focalizza sulla caduta: “Ho messo le hard perché in base ai nostri dati andavano bene. La temperatura del circuito era uguale a ieri ma mi sono subito accorto di non avere grip, non avevo trazione in uscita e mi hanno superato in molti, poi la moto ha iniziato a vibrare e sono caduto. Mi aspettavo molto di più, è strano, perdevo 6-7 decimi al giro ma non so perché. Stiamo cercando una ragione, mi sono trovato male già dal giro di ricognizione. Per qualche motivo ho perso un sacco, soprattutto nei primi giri mi hanno passato tutti, uscivo piano dalle curve“.

Il Dottore si proietta già verso i Test di domani: “Lunedì nei Test proveremo a capire. Proverò nuovamente tutte le mescole, non parlo con la Yamaha, non so cosa porteremo di nuovo. So che hanno delle novità ma non so esattamente cosa“.

Foto: MotoGPpress

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

MotoGP, Fabio Quartararo corre a petto nudo! Perde il paracostole, la tuta si gonfia!

F1, Fernando Alonso: “I due giri finali sono stati da cuore in gola! Bello correre così”