MotoGP, Miguel Oliveira trionfa al Montmelò con KTM! Fuori dal podio Quartararo, cade Valentino Rossi

Miguel Oliveira compie una grande impresa e si aggiudica contro pronostico il Gran Premio di Catalogna 2021, settimo round stagionale del Mondiale MotoGP. Si tratta del terzo trionfo in top class per il portoghese della KTM (dopo Stiria e Portimao 2020), che si conferma sul podio a due settimane di distanza dalla piazza d’onore del Mugello.

Completano il podio al Montmelò le Ducati di Johann Zarco (Team Pramac) e Jack Miller (Team Factory), con quest’ultimo che approfitta della penalità di 3″ inflitta a Fabio Quartararo per aver tagliato la chicane nel finale di gara. Il francese della Yamaha, sempre leader del campionato a +17 su Zarco e +28 su Miller, si è reso protagonista di una corsa più complessa del previsto limitando comunque i danni. Da registrare il 7° posto di Francesco Bagnaia, oltre al 9° di Franco Morbidelli e al 10° di Enea Bastianini. Out Valentino Rossi e Marc Marquez.

LA GARA

Domenica subito in salita per Jorge Martin (al rientro dall’infortunio di Portimao), che cade nel giro di allineamento in griglia ed è quindi costretto a scattare dal fondo dello schieramento invece che dalla quinta fila. Ottima partenza di Quartararo, che viene però attaccato da Miller in staccata alla prima chicane e deve cedere il passo anche alla KTM di Oliveira.

Primo giro strepitoso da parte di Mir, 4° con la Suzuki, davanti ad Aleix Espargarò, Zarco, Vinales, Binder, Marc Marquez e Bagnaia, che chiude il quadro della top10. Avvio molto complicato per Valentino Rossi, che esce con le ossa rotte da varie bagarre e scivola in 17ma posizione.

Oliveira rompe gli indugi e scavalca Miller, mentre Quartararo pasticcia un po’ troppo per imitare il portoghese e retrocede in quinta piazza, complicando il suo tentativo di fuga. Vinales va lungo per attaccare Zarco e lascia via libera a Marquez per salire al settimo posto, con Bagnaia che prova ad approfittarne non riuscendo però ad avere la meglio su un Binder estremamente aggressivo.

Prima fase di corsa disastrosa per uno dei possibili candidati al podio della vigilia, Franco Morbidelli, sprofondato nella seconda metà della classifica a causa di una pessima partenza con la sua Yamaha Petronas. Aleix Espargarò nel frattempo comincia a faticare con l’Aprilia sul passo e viene progressivamente riassorbito dal gruppo inseguitore.

Da segnalare le cadute di Pol Espargarò e Danilo Petrucci, senza grandi conseguenze dal punto di vista fisico. Quartararo comincia a salire di colpi con la gomma dura al posteriore e scavalca Mir in curva 1, portandosi in seconda posizione all’inseguimento del leader Oliveira.

Colpo di scena a 17 giri dalla fine, con la caduta di Marquez in curva 10 mentre progettava l’attacco ad Aleix Espargarò per il sesto posto. Dopo alcune tornate, Quartararo neutralizza la fuga di Oliveira e ricompatta di fatto un gruppo di testa formato da cinque elementi, chiuso da uno Zarco in grande rimonta.

Vinales riesce a sbarazzarsi finalmente di Aleix Espargarò, il quale cade poco più tardi gettando alle ortiche la possibilità di un bel piazzamento per Aprilia. A metà gara Quartararo attacca Oliveira e si mette a dettare il passo per provare ad andarsene in solitaria. Mir resiste sempre al terzo posto davanti alle Ducati di Zarco e Miller, mentre Vinales e Bagnaia (7°) inseguono a oltre 2″.

A sorpresa, Quartararo non riesce a piazzare l’allungo definitivo e Oliveira risponde prontamente sverniciando sul dritto il francese grazie al motore della sua KTM. Si accende anche la bagarre per il terzo posto, con Zarco e Miller che superano Mir e con Vinales in grandissima rimonta. Purtroppo la gara di Valentino Rossi finisce a 9 giri dalla bandiera a scacchi, mentre occupava il 13° posto, in seguito ad una scivolata alla staccata di curva 10.

Ultimi giri con tre coppie in battaglia nelle prime 6 posizioni: Oliveira-Quartararo per la vittoria, Zarco-Miller per il podio, Mir-Vinales per la quinta piazza. Finale complicatissimo per il Diablo, a causa di un problema alla tuta, che permette a Zarco di strappare il secondo posto. Quartararo taglia la prima chicane e accusa una penalità di 3″, scivolando in quarta piazza dietro a Miller ma comunque davanti a Mir e Vinales. 7° Bagnaia, chiudono la top10 Binder, Morbidelli e Bastianini.

CLASSIFICA MOTOGP GP CATALOGNA 2021

1
88
M. OLIVEIRA
40:21.749
2
5
J. ZARCO
+0.175
3
43
J. MILLER
+1.990
4
20
F. QUARTARARO
+4.815
5
36
J. MIR
+5.325
6
12
M. VIÑALES
+6.281
7
63
F. BAGNAIA
+8.175
8
33
B. BINDER
+8.378
9
21
F. MORBIDELLI
+15.652
10
23
E. BASTIANINI
+19.297

 

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Canottaggio, Coppa del Mondo 2021: due successi nell’ultima giornata a Sabaudia

MotoGP, Jack Miller: “Non è stata una gara semplice, ma alla fine sono riuscito a gestirla bene”