MotoGP, Maverick Vinales in crisi nera. Patisce Quartararo, Yamaha irritata

Maverick Vinales, una crisi senza fine. Il Top Gun del Motomondiale disperso ora più che mai e il 21° posto delle qualifiche del GP di Germania, ottavo round del Mondiale 2021 di MotoGP, lo sta a certificare. Per un Fabio Quartararo in testa al campionato e convincente in ogni condizione (secondo il francese al Sachsenring), c’è un Vinales che non va e soffre tremendamente il confronto con il centauro transalpino.

Dopo un inizio brillante a Losail (Qatar), l’iberico non ha più trovato la retta via in sella alla sua M1 e la sostituzione del suo capo-tecnico Esteban Garcia e l’arrivo di Silvano Galbusera è una chiara indicazione da parte della scuderia di Iwata che l’insoddisfazione non manchi. Le aspettative sul conto di Vinales erano decisamente diverse nel momento del suo arrivo e il differenziale quasi imbarazzante rispetto a Quartararo evidenzia le varie criticità che affliggono l’iberico.

Problematiche che riguardano molto una sfera mentale, visto che a Maverick la velocità di base non fa di certo difetto. Tuttavia, è altrettanto evidente che l’iberico perda con troppa facilità la bussola e il rendimento nel time-attack odierno è un’altra conferma di quanto già visto e sentito. I 40 punti di differenza tra l’iberico e Quartaro nella classifica generale si spiegano un po’ così e forse in Yamaha ci si guarderà anche attorno per capire se valga la pena continuare con Vinales.

Il riferimento è a un Franco Morbidelli che, da primo del gruppo Yamaha l’anno scorso, si è trovato in questa stagione a doversi barcamenare con una M1 datata (2019) e quindi non all’altezza in termini di perfomance. Non resta che attendere le decisioni a Iwata.

Credit: MotoGP. com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, Sebastian Vettel: “Mi aspettavo di essere più veloce nella Q2, in gara sarà fondamentale la gestione delle gomme”

F1, GP Francia: occasione da sfruttare per la Ferrari nei confronti della McLaren