Moto2, GP Olanda 2021: Gardner per il poker e la fuga iridata, Fernandez e Bezzecchi all’inseguimento

7 podi su 8 gare e 20,5 punti di media a GP. Numeri impressionanti che certificano la leadership nel Mondiale Moto2 2021 di Remy Gardner, reduce inoltre da una striscia ancora aperta di 3 vittorie consecutive (Mugello, Barcellona e Sachsenring) in vista del weekend di gara valevole per il Gran Premio d’Olanda, nono round stagionale del Motomondiale e ultimo appuntamento prima della lunga pausa estiva.

L’australiano del Team Red Bull KTM Ajo, prossimo al passaggio in MotoGP nel 2022 con KTM Tech 3, guida il campionato della classe mediana con un vantaggio di 36 punti sul compagno di squadra Raul Fernandez e di 47 sull’italiano Marco Bezzecchi. Fuori dai giochi (a meno di clamorosi colpi di scena) tutti gli altri, a partire da Sam Lowes e Fabio Di Giannantonio, staccati rispettivamente di 78 e 91 punti dalla vetta.

Gardner non è mai entrato in zona punti ad Assen nel Motomondiale, tuttavia nell’ultima edizione del GP olandese (andata in scena nel 2019) ha dimostrato di poter andare molto forte stampando la pole position sempre in Moto2. Il figlio di Wayne sarà dunque il favorito principale per la vittoria insieme al rookie spagnolo Raul Fernandez, chiamato al riscatto dopo il pesantissimo zero del Sachsenring in modo da non perdere ulteriore terreno dalla testa della classifica.

Obiettivo podio come di consueto per Marco Bezzecchi, capace di inanellare cinque gare di seguito tra il 2° ed il 4° posto senza riuscire però a salire sul gradino più alto del podio. Il riminese dello Sky Racing Team VR46 comunque non ha grandi rimpianti, perché i due Ajo si sono rivelati semplicemente più forti la domenica, anche se questa costanza di rendimento alla fine dell’anno potrebbe anche pagare.

Gli outsider del weekend di Assen in ottica podio sono abbastanza numerosi e comprendono tra gli altri il romano Fabio Di Giannantonio, il britannico Sam Lowes, gli spagnoli Aron Canet, Augusto Fernandez e Xavi Vierge, il tedesco Marcel Schrotter, l’americano Joe Roberts ed il padrone di casa olandese Bo Bendsneyder.

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, l’ATP attacca la PTPA di Djokovic: “Stanno dividendo i giocatori. E’ la più grande minaccia per questo sport”

Ciclismo, Fabio Aru riparte dal Gp Lugano dopo il forfait al Tour de France