ATP Queen’s 2021: Berrettini ai quarti, c’è Evans per lui. Senza problemi Shapovalov e Tiafoe

Completato il giro degli ottavi di finale del torneo del Queen’s, illustre appuntamento sull’erba che precede Wimbledon, il terzo slam del 2021; tra i migliori otto sul prato londinese c’è ancora Matteo Berrettini, che ha superato senza troppi problemi Andy Murray, ancora lontano parente rispetto al campione che è stato un tempo. L’azzurro ha gestito bene il match, con il suo servizio che funzionava come un orologio svizzero senza mai far entrare in partita l’ex numero 1 al mondo.

Al prossimo turno una partita che può rivelarsi assai particolare contro il britannico Daniel Evans. Il numero 25 del mondo ha vissuto una giornata difficile contro il francese Adrian Mannarino, con il britannico che nel secondo set ha dovuto salvarsi per due volte dalla minaccia del terzo set. Nel tie-break ha avuto la meglio solo per 9-7, diventando il terzo inglese ai quarti con Jack Draper e Cameron Norrie, un risultato che fino ad oggi non era mai stato raggiunto nell’era Open.

Nel terzo match di giornata comodo successo per Denis Shapovalov, che non ha avuto remore nel superare il due volte campione Feliciano Lopez con un comodo 6-2 6-3. Match sempre in mano al canadese, che non ha concesso nemmeno una palla break chiudendo la contesa agilmente in settanta minuti.

Per lui una sfida tra giovanissimi con Frances Tiafoe, che dopo il buon successo al Challenger di Nottingham conferma il suo momento positivo raggiungendo i quarti di finale al Queen’s. Ci ha provato l’esperto Viktor Troicki, il giustiziere di Lorenzo Sonego al primo turno, ma alla lunga è rimasto sopraffatto dalla potenza dello statunitense, che ha vinto agevolmente la prima frazione e ha chiuso al tie-break la seconda.

ATP QUEEN’S 2021, RISULTATI 17 GIUGNO

D. Evans b. A. Mannarino 6-4 7-6
M. Berrettini b. A. Murray 6-3 6-3
D. Shapovalov b. F. Lopez 6-2 6-3
F. Tiafoe b. V. Troicki 6-3 7-6

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Lorenzo Fortunato vince la Adriatica Ionica: “I complimenti di Contador sono un onore. E agli Italiani…”

Elia Viviani: “Vittoria porta vittoria. Domani torna in pista, alle Olimpiadi al 100%”