Moto3, Romano Fenati: “La moto è stata fantastica. Il gioco di squadra è stato perfetto per le KTM fino all’ultima curva”

Romano Fenati firma il secondo posto al termine del Gran Premio di Spagna, quarto atto della Moto3 2021. L’italiano ha dato spettacolo con una competizione praticamente perfetta che gli ha permesso di salire sul podio per la prima volta in stagione.

Il centauro del Max Racing ha tagliato il traguardo con pochi metri di ritardo dallo spagnolo Pedro Acosta (KTM) che è riuscito a conquistare il terzo acuto consecutivo della stagione, il quarto podio da inizio anno. Terzo posto per lo spagnolo Jeremy Alcoba, terzo in classifica dopo aver scontato due long lap penalty.

Fenati, poco prima di salire sul podio, ha affermato ai microfoni del Motomondiale: “La moto è stata fantastica. All’inizio della gara ho perso un po’ per le gomme. Gli altri sono partiti meglio, ma alla fine ero molto competitivo. C’era tanto vento e non era facile gestire il comando. Senza scia era complicato controllare la corsa. Il gioco di squadra è stato perfetto per le KTM fino all’ultima curva. A Portimao ho faticato per tutta la corsa, oggi è andato tutto bene”.

Nel suo intervento il pilota italiano ha chiuso con un commento sul final lap: “Nell’ultima curva è sempre pazzesco. Se hai fortuna non cade nessuno, oggi non è andata così. Ora l’obiettivo è continuare con questo ritmo per le prossime sfide”.

Foto: MotoGP Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Masters 1000 Madrid, Jannik Sinner: “I miei genitori mi hanno insegnato il rispetto. Ruppi una racchetta anni fa, ero arrabbiato per averlo fatto”

Tuffi, Tocci-Marsaglia staccano il pass olimpico dai 3 metri syncro! Coppa del Mondo alla Gran Bretagna