Moto3, Andrea Migno fa il vuoto nella FP3 del GP di Spagna! Pedro Acosta e Dennis Foggia costretti alla Q1

La terza sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Moto3, si è trasformata nel classico assalto al miglior tempo per entrare nella top14 e, quindi, evitare la Q1 delle qualifiche. Sul tracciato di Jerez de la Frontera, dominato dal sole e da temperature già buone nonostante l’orario mattutino, i piloti della classe più leggera non si sono risparmiati nei time attack (con le consuete piccole scorrettezze per non favorire i rivali) per andare ad indirizzare nel migliore dei modi il loro fine settimana in terra andalusa.

Il più veloce di questa FP3 è stato, e di gran lunga, il nostro Andrea Migno. Il pilota del team Honda Snipers è andato a stampare il nuovo record della pista della Moto3 con uno stratosferico 1:44.988, primo della storia ad abbattere il muro dell’1:45 a Jerez. Alle sue spalle il turco Deniz Oncu (Red Bull KTM Tech3) in 1:45.566 a 578 millesimi, un distacco letteralmente abissale quello che gli ha impartito il romagnolo. Per Oncu finale di sessione sfortunato, dato che Sergio Garcia lo travolge e lo manda nella ghiaia della curva Dry Sac. Terza posizione per il britannico John McPhee (Honda Petronas) a 610 millesimi, quarta per il suo compagno di team, il sudafricano Darryn Binder a 674.

Quinto in classifica il ceco Filip Salac (Honda Snipers) a 807 millesimi di distacco dal suo vicino di box, quindi sesto lo spagnolo Jaume Masià (Red Bull KTM Ajo) a 809. Settimo il suo connazionale Xavier Artigas (Honda Leopard) a 961 millesimi, quindi ottavo il giapponese Tatsuki Suzuki (Honda SIC58) a 1.044, nono l’argentino Gabriel Rodrigo (Honda Gresini) a 1.069 e decimo il giapponese Ayumu Sasaki (Red Bull KTM Tech3) a 1.090.

Non va oltre la tredicesima posizione Niccolò Antonelli (KTM Avintia Esponsorama) in 1:46.247 a 1.229, mentre delude in sedicesima posizione il dominatore di questo avvio di stagione: lo spagnolo Pedro Acosta. Il portacolori del team Red Bull KTM Ajo non va oltre un crono di 1:46.295 a 1.307 dalla vetta, con troppi errori nei momenti clou. A questo punto il rookie sarà costretto a partire dalla Q1 oggi pomeriggio con i consueti rischi annessi e connessi.

Stesso destino per Stefano Nepa (KTM BOE) a 1.356 in diciottesima posizione, quindi brutto turno per Dennis Foggia (Honda Leopard) solamente diciannovesimo a 1.386. Chiude ventiquattresimo Riccardo Rossi (KTM BOE) a 2.192, mentre è ventottesimo con un tempo altissimo (ha completato solamente due giri) Romano Fenati. L’ascolano del team Husqvarna Max Racing), ad ogni modo, è dentro la top14 con il tempo di ieri.

A questo punto la classe più leggera si concentra sulle qualifiche. La Q1 scatterà alle ore 12.35, mentre la decisiva Q2 prenderà il via alle ore 12.55, per andare a comporre la griglia di partenza della gara di domani.

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Kasper Asgreen prolunga il suo contratto con la Deceuninck-Quick Step fino al 2024

Giro di Romandia 2021, Stefan Kung: “Sono stato vittima di una brutta caduta, ma me la sono cavata solo con qualche graffio”