Masters1000 Roma 2021, i favoriti: Nadal-Djokovic i principi del Foro, ma Tsitsipas spinge da dietro

Il tennis di alto profilo non si ferma mai. Quest’anno la stagione sulla terra rossa è davvero strapiena di impegni; subito dopo Madrid si vola in Italia per il Masters1000 di Roma, con il Foro Italico che potrà accogliere un po’ di pubblico a partire dagli ottavi di finale. Il tutto, per prepararsi al meglio al Roland Garros, che comincerà a fine maggio.

Dopo lo scivolone con Andrey Rublev, Rafael Nadal ha riacquisito la sua solita lucidità. La vittoria a Barcellona in un match bellissimo con Stefanos Tsitsipas e l’ottimo debutto contro il suo possibile erede al trono di alfiere spagnolo Carlos Alcaraz lo spediscono in cima alla lista dei favoriti. Ma del resto, è impossibile non farlo quando si parla di un torneo sulla terra battuta a cui partecipa, soprattutto se è alla ricerca del decimo sigillo in Italia, lo scorso anno sfuggito dopo il ko con Diego Schwartzman ai quarti di finale.

Con tutta probabilità a Roma rivedremo anche Novak Djokovic, uno che con la Città Eterna ci è sempre andato abbastanza d’accordo: cinque vittorie, tra cui l’ultima lo scorso anno nell’inedite veste preautunnale, e altrettanti finali perse. Non per niente, la coppia composta dall’iberico e dal serbo ha praticamente monopolizzato la scena romana dal loro avvento: assieme combinano quattordici vittorie nelle ultime sedici edizioni, con solo un biennio di pausa tra il 2016 ed il 2017.

Se il primo a rompere l’egemonia decennale fu Andy Murray, purtroppo caduto in disgrazia a causa dei suoi tormenti fisici, l’anno dopo fu Alexander Zverev a sollevare il trofeo che lo fece imporre all’attenzione dei media, considerandolo un prossimo numero 1 al mondo. Il tedesco però non ha rispettato le aspettative, non riuscendo ancora a fare quel passo deciso verso l’elite del tennis, e nel 2021, nonostante il torneo di Acapulco portato a casa, non pare ancora aver svoltato definitivamente.

Queste settimane di rosso ci hanno però consegnato uno Stefanos Tsitsipas finalmente maturo, o almeno vicinissimo a diventarlo. Il Masters1000 di Montecarlo nella sua bacheca ha sicuramente contribuito, ma il ragazzo di Atene è più sicuro delle proprie scelte in mezzo al campo, più consapevole dei propri mezzi a disposizione e di avere la forza di potersi battere con tutti, Nadal e Djokovic inclusi: la finale di Barcellona persa per un’inezia è lì a dimostrarlo.

Nel torneo a Madrid si sta rivedendo Dominic Thiem, che ha approcciato discretamente la sua avventura in terra iberica con due successi con Marcos Giron e Alex de Minaur, ma avrà bisogno di qualche altra prova per potersi inserire tra i pretendenti al trono di Roma. Così come Andrey Rublev, apparso un po’ in difficoltà con Tommy Paul nel primo turno spagnolo, e Diego Schwartzman, lontano dalla forma dello scorso settembre che gli permise di battere Nadal e di arrivare in finale. Sulla carta pochissime chance per Daniil Medvedev, uno che non è mai andato d’accordo con la terra; non crediamo che possa scoppiare l’amore proprio qui a Roma.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, Fernando Alonso: “Non credo di essere ancora al 100%. È sempre speciale correre qui”

Lotta, Preolimpico Sofia 2021: Abraham Conyedo vince e nel pomeriggio si giocherà il pass olimpico