Come sta Giulio Ciccone dopo la caduta al Giro d’Italia? Contusioni a schiena e mano, domani la decisione

Giulio Ciccone è caduto lungo la discesa del Passo di San Valentino e ha perso quattro posizioni nella classifica generale del Giro d’Italia 2021. L’abruzzese aveva cambiato la bicicletta in cima, poi si era lanciato insieme a Vincenzo Nibali nel tentativo di rientrare sul gruppo maglia rosa, ma i due alfieri della Trek Segafredo sono volati a terra. Il 26enne si è prontamente rialzato e ha continuato a pedalare, ma il suo mezzo era visibilmente danneggiato. Dopo essere stato raggiunto dall’ammiraglia, Giulio Ciccone ha cambiato nuovamente la bicicletta e si è riportato sul drappello dei migliori, salvo poi stacccarsi sulle prime rampe della salita conclusiva che conduceva al traguardo di Sega di Ala.

Il nostro portacolori ha accusato un ritardo di 7’58” dal vincitore Dan Martin ed ora è scivolato al decimo posto della classifica generale con un ritardo di 11’26” dalla maglia rosa di Egan Bernal (stamattina era sesto a 4’31” dal leader). Il ribattezzato Camoscio è giunto al traguardo visibilmente dolorante e si è subito sottoposto ai primi accertamenti medici del caso. I primi esami hanno riportato una forte contusione alla zona lombare della schiena e alla mano sinistra.

Giulio Ciccone osserverà una serata di riposo e domani mattina, di concerto con lo staff medico, deciderà il da farsi. L’atleta è in lotta per un piazzamento della top ten, ma deve fare i conti con qualche acciacco fisico. La frazione di domani non è impegnativa, ma tra venerdì e sabato è prevista una doppia giornata in alta montagna prima della cronometro conclusiva di Milano. Questa caduta è un vero peccato per l’azzurro visto che era riuscito a distinguersi nelle prime due settimane e stamattina era a 51″ da un piazzamento virtuale sul podio.

‘La Fagianata’ di Riccardo Magrini: “Bernal resta favorito. Ciccone in futuro può vincere un grande giro”

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2021 Giulio Ciccone

ultimo aggiornamento: 26-05-2021


Lascia un commento

Giro d’Italia 2021, Simon Yates: “Non mi ero accorto subito di aver messo in difficoltà Bernal”

Giro d’Italia 2021, Damiano Caruso si difende con i denti. Podio sempre più vicino