Beach volley, Continental Cup 2021. Azzurre terze a Baden, azzurri in finale per il bronzo ma qualificati per The Hague

Doppia qualificazione, podio conquistato dalle ragazze a Baden e impresa sfiorata dai ragazzi a Izmir nella terza giornata di gare della seconda fase della Continental Cup, la manifestazione che regala la carta olimpica alla Nazionale prima classificata della finale di The Hague a giugno. In Olanda andavano le prime cinque squadre di ogni raggruppamento e l’Italia ha chiuso terza fra le donne, conquistando un risultato forse al di sopra delle aspettative della vigilia, mentre i ragazzi, con una squadra giovanissima, hanno disputato un ottimo torneo sfiorando l’impresa in semifinale contro la Lettonia di Samoilovs/Smedins e domani disputeranno la finale per il terzo posto contro la Slovenia che li ha battuti nella gara d’esordio.

Il terzo posto per le ragazze, già certe della qualificazione alla finale, è arrivato dopo tre sfide contro l’Ucraina: nella prima Menegatti/Michieletto hanno avuto la meglio 2-1 (21-14, 19-21, 21-19) al termine di una vera e propria battaglia sul Makhno/Makhno. Nella seconda Lunina/Davidov hanno pareggiato il conto per le ucraine battendo 2-0 (21-16, 21-19) Bianchin/Scampoli e nella sfida decisiva Menegatti/Michieletto hanno bissato il successo del mattino superando 2-0 (23-21, 21-11) Makhno/Makhno. Domani la finale tra Austria e Germania, mentre a The Hague vola la Norvegia che ha travolto in due sole partite la Lettonia nello spareggio per entrare nelle 16 squadre della finale di giugno.

In finale a giugno, a The Hague, nella speranza di non dover qualificare la seconda coppia ma con l’obiettivo di far fare altra esperienza ai più giovani, ci sarà anche l’Italia al maschile che ha compiuto una piccola impresa conquistando la finale per il terzo posto a Izmir ma ha sfiorato una grande impresa mettendo paura a due atleti scafati e di altissimo livello come Samoilovs/Smedins.

Nel quarto di finale che valeva la qualificazione a The Hague gli azzurri hanno sconfitto in tre partite l’Estonia e non era affatto scontato visto che c’era da battere una coppia solida e già vittoriosa nel World Tour come Nõlvak/Tiisaar che ha esordito portando il primo punto a casa grazie al 2-0 (21-16, 21-17) inflitto a Dal Corso/Marchetto. Nel secondo incontro Windisch/Cottafava hanno superato piuttosto agevolmente 2-0 (21-17, 21-11) Lõhmus/Korotkov e nella partita decisiva ancora Windisch/Cottafava hanno battuto 2-1 (21-15, 15-21, 15-7) nella loro miglior partita della due giorni turca, Nõlvak/Tiisaar conquistando la semifinale dove di fronte c’era la Lettonia.

I lettoni Samoilovs/Smedins hanno fatto leva sulla loro esperienza per superare 2-0 (21-17, 21-14) Dal Corso/Marchetto, usciti comunque a testa alta da una sfida impari, poi ci hanno pensato ancora Windisch/Cottafava a pareggiare il conto battendo 2-0 (21-15, 21-18) Rinkevics/Bedritis. Nella sfida decisiva in campo per l’Italia sono scesi Windisch e Marchetto, i due che avevano più energie dopo una due giorni durissima dal punto di vista atletico e dall’altra parte Samoilovs/Smedins, superfavoriti. Gli azzurri hanno disputato una grande partita, cedendo nel finale del primo set: 21-17, rimontando e vincendo il secondo (23-21) e giocandosela alla pari anche nel tie break vinto dai lettoni 15-12.

Domani azzurri in finale per il terzo posto contro la Slovenia, mentre la finale per il primo posto vedrà in campo Lettonia e i padroni di casa della Turchia.

Quarti di finale uomini: Zemljak/Pokeršnik (SLO)-Knasas/Stankevicius (LTU) 2-0 (21-17, 21-17), Bošnjak/Pokeršnik (SLO)-Vasiljev/Juchnevic (LTU) 0-2 (18-21, 15-21), Zemljak/Pokeršnik (SLO)-Vasiljev/Juchnevic (LTU) 2-0 (21-19, 21-15)
Nõlvak/Tiisaar (EST)-Dal Corso/Marchetto (ITA) 2-0 (21-16, 21-17), Lõhmus/Korotkov (EST)-Windisch/Cottafava (ITA) 0-2 (17-21, 11-21), Nõlvak/Tiisaar (EST)-Windisch/Cottafava (ITA) 1-2 (21-15, 15-21, 7-15)

Semifinali uomini: Samoilovs/Smedins (LAT)-Dal Corso/Marchetto (ITA) 2-0 (21-17, 21-14), Rinkevics/Bedritis (LAT)-Windisch/Cottafava (ITA) 0-2 (15-21, 18-21), Samoilovs/Smedins (LAT)-Marchetto/Windisch (ITA) 2-1 (21-17, 21-23, 15-12)
Urlu/Sekerci (TUR)-Bošnjak/Pokeršnik (SLO) 2-0 (21-14, 22-20), Giginoglu/Gögtepe (TUR)-Zemljak/Pokeršnik (SLO) 2-1 (21-17, 17-21, 15-11)

Finale primo posto donne (domani ore 11): Strauss/Strauss (AUT)-Ludwig/Müller (GER), Schützenhöfer/Plesiutschnig (AUT)-Körtzinger/Schneider (GER)

Finale terzo posto donne: Menegatti/Michieletto (ITA)-Makhno/Makhno (UKR) 2-1 (21-14, 19-21, 21-19), Scampoli/Bianchin (ITA)-Lunina/Davidova (UKR) 0-2 (16-21, 19-21), Menegatti/Michieletto (ITA)-Makhno/Makhno (UKR) 2-0 (23-21, 21-15)

Finale quinto posto donne: Lunde/Olimstad (NOR)-Namike/Brailko (LAT), 2-0 (21-6, 21-5), Hjortland/Helland-Hansen (NOR)-Ozolina/Skrastina (LAT) 2-0 (23-21, 21-11)

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Venezia-Schio 72-52, A1 basket femminile in DIRETTA: l’Umana Reyer si aggiudica anche gara-2 della serie scudetto

Basket femminile, la Reyer Venezia sovrasta il Famila Schio anche in gara-2 della finale scudetto