ATP Lione, il tabellone di Lorenzo Musetti. Rivincita con Auger-Aliassime, poi sulla strada c’è Goffin

Lorenzo Musetti, nelle scorse ore, è stato protagonista di una storia a suo modo strana. Non era originariamente iscritto all’ATP di Lione, o meglio: nell’entry list c’era, ma come alternate. Contro il canadese Felix Auger-Aliassime doveva giocare l’altro Lorenzo, Sonego. Il toscano, invece, aveva ricevuto una wild card per le qualificazioni. Nelle scorse ore, però, è arrivato il forfait del torinese (per ovvie ragioni, dopo la semifinale a Roma), e quindi Musetti si è inserito là dov’era stato sorteggiato il suo omonimo.

Con Auger-Aliassime, per il giocatore di Carrara, c’è un precedente anche piuttosto doloroso, quello del secondo turno dell’ATP 500 di Barcellona. Per un set e mezzo Musetti aveva dominato il canadese, salvo poi ritrovarsi con la schiena in versione problematica e, dunque, costretto a cedere per 4-6 6-3 6-0.

Eventualmente, al secondo turno per l’azzurro ci sarebbe uno tra il francese Pierre-Hugues Herbert o, più probabilmente, l’americano (e figlio d’arte) Sebastian Korda. Con entrambi non c’è nessun precedente, anche se sarebbe più che interessante nel caso, uno scontro tra l’uomo a stelle e strisce e l’italiano, se non altro perché si tratta di giovani rampanti per i quali è atteso un valido futuro.

Ai quarti di finale, poi, ci sarebbe la difficoltà più elevata, quella rappresentata dal belga David Goffin, che però, Montecarlo a parte, viene da un periodo davvero avaro di soddisfazioni e potrebbe essere sorpreso da uno tra lo sloveno Aljaz Bedene e il mai semplice francese Gilles Simon. L’eventuale semifinale la giocherebbe con il greco Stefanos Tsitsipas, ma a quel punto si tratterebbe di aver già compiuto un gran percorso.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Canoa velocità, Coppa del Mondo Szeged 2021: Nicolae Craciun e Sergiu Craciun cercano il riscatto nella finale del C2 1000 maschile

Moto3, risultati warm-up GP Francia 2021: dal diluvio di Le Mans spunta Izdihar davanti ad Acosta, quarto Migno