Sollevamento pesi, Europei 2021: Lasha Talakhadze domina i +109 kg con due record del mondo

Va in archivio con il successo del georgiano Lasha Talakhadze l’edizione 2021 degli Europei di sollevamento pesi, con classe 1993 che si è aggiudicato la gara regina, quella dei +87 kg, conquistando il proprio quinto titolo continentale consecutivo.

Il campione olimpico in carica ha iniziato la propria gara di strappo alzando 211 kg, per poi ripetersi a 217 kg e a 222 kg, realizzando la miglior prestazione mondiale, e distanziando di sei lunghezze l’armeno Gor Minasyan, fermo a 216 kg, mentre il bronzo è andato al connazionale Varazdat Lalayan, con 205 kg.

Nello slancio i primi tre sono saliti in pedana direttamente a 240 kg, misura messa a segno dai due armeni, mentre Talakhadze ha realizzato il primo tentativo a 245 kg. Lalayan si è fermato lì, sbagliando due volte a 250 kg, mentre Minasyan si è spinto fino ai 248 kg, senza però alzare 252 kg. A questo punto è tornato in gara il gigante georgiano, che con 253 kg si è aggiudicato l’oro, completando poi anche 263 kg.

Talakhadze ha naturalmente trionfato anche nel totale, accumulando 485 kg, e mettendo a referto il nuovo record del mondo, con Minasyan d’argento a 464 kg, mentre Lalayan ha completato il podio, con 445 kg.

Foto: Ververidis Vasilis / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Quante posizioni guadagna Lorenzo Sonego nella classifica ATP? E’ top30 nel ranking con la vittoria a Cagliari!

Masters 1000 Montecarlo: Fabbiano con Hurkacz, Carreño Busta per Travaglia. Fortunati Cecchinato e Caruso