Nuoto, Rikako Ikee si qualifica per le Olimpiadi di Tokyo: impresa della giapponese dopo la leucemia

Una storia da raccontare. Due anni dopo la diagnosi di leucemia e a distanza di 7 mesi dal ritorno competizioni, la giapponese Rikako Ikee è riuscita nell’incredibile impresa di qualificarsi per i Giochi Olimpici di Tokyo, dopo aver ottenuto il pass nei 100 farfalla ai trials giapponesi. La 20enne non ha ottenuto il crono per prendere parte alla prova individuale, ma sarà tra le staffettiste della 4×100 mista nipponica.

Non riesco a descrivere quanto mi sia sentita felice. Non avrei mai pensato di poter vincere i 100. Ero meno fiduciosa rispetto alla qualificazione di cinque anni fa e pensavo di poter vincere solo in un lontano futuro. Mi sono però allenata per vincere”, le parole emozionate della ragazza asiatica.

Tra i talenti più importanti del panorama mondiale della velocita, Ikee aveva dovuto assorbire il durissimo colpo della diagnosi citata. Dopo un ricovero di quasi dieci mesi e la ripresa degli allenamenti nel marzo 2020, la giapponese è riuscita in qualcosa che sembrava impossibile: non solo tornare a nuotare, ma anche a essere un’atleta di livello su cui la selezione del Sol Levante potrà far leva per la competizione a Cinque Cerchi.

Indubbiamente il suo percorso sarà tra quelli che susciteranno le maggiori attenzioni ai prossimi Giochi che si terranno in un complicato contesto pandemico.

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Rikako Ikee

ultimo aggiornamento: 05-04-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Ducati senza un leader vero in pista? Bagnaia e Miller battuti dai piloti Pramac a Losail

F1, Stefano Domenicali: “Il nostro obiettivo è portare a termine i 23 GP previsti”