MotoGP, GP Doha 2021: risultati warm-up. Zarco davanti alle Yamaha. Morbidelli 4°, Valentino Rossi in crisi

A Losail si è disputato il warm-up del GP di Doha 2021, seconda tappa del Mondiale MotoGP che va in scena sullo stesso circuito dove sette giorni fa si corse il GP del Qatar. I piloti hanno avuto a disposizione gli ultimi 20 minuti per effettuare la messa a punto in vista della gara, in programma a partire dalle ore 19.00. Il turno ha confermato quanto emerso da prove libere e qualifiche: sarà una battaglia tra Ducati e Yamaha per la vittoria, ma diversi uomini possono puntare al colpaccio.

Johann Zarco ha firmato il miglior tempo. Il francese ha siglato 1:54.482 in sella alla Ducati Pramac e ribadisce di poter puntare alla vittoria, dopo il secondo posto di settimana scorsa e la seconda posizione sulla griglia di partenza. Alle sue spalle le due Yamaha ufficiali, che hanno ribadito di avere un ottimo passo gara: Fabio Quartararo (secondo a 94 millesimi di distacco) sembra avere ricucito il piccolo distacco nei confronti del compagno di squadra Maverick Vinales (terzo a 0.193), sono rispettivamente quinto e terzo sullo schieramento.

Attenzione a Franco Morbidelli, che sembra avere trovato la quadra in sella alla Yamaha Petronas. Il romano, soltanto decimo in griglia, è ottimo quarto a 0.378 e sembra avere ritrovato fiducia anche sul passo gara. Subito alle sue spalle il pole-man Jorge Martin (quinto con la Ducati Pramac a 0.472) e Francesco Bagnaia (sesto a 0.480 con la Ducati ufficiale, scatterà dalla sesta piazzola). Settimo lo spagnolo Joan Mir (il Campione del Mondo accusa 0.496 di ritardo dal leader con la Suzuki).

Crisi cronica per Valentino Rossi, che ha provato la coppia di gomme hard (gli altri erano sulle soft), e non è andato oltre il 18mo posto a 0.809: il Dottore, addirittura penultimo al via, non riesce a trovare il bandolo della matassa sulla sua Yamaha Petronas. Attardati anche Enea Bastianini (11mo a 0.690), Luca Marini (13mo a 0.715), Danilo Petrucci (14mo a 0.735) e il britannico Jack Miller (soltanto 15mo posto per il britannico della Ducati ufficiale a 0.738, scatterà dalla quarta posizione).

RISULTATI WARM-UP GP DOHA MOTOGP 2021

1 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 351.7 1’54.482
2 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 334.3 1’54.576 0.094 / 0.094
3 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 334.3 1’54.675 0.193 / 0.099
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 333.3 1’54.860 0.378 / 0.185
5 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 343.9 1’54.954 0.472 / 0.094
6 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 345.0 1’54.962 0.480 / 0.008
7 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 332.3 1’54.978 0.496 / 0.016
8 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 337.5 1’55.019 0.537 / 0.041
9 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 335.4 1’55.081 0.599 / 0.062
10 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 342.8 1’55.085 0.603 / 0.004
11 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 343.9 1’55.172 0.690 / 0.087
12 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 345.0 1’55.176 0.694 / 0.004
13 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 341.7 1’55.197 0.715 / 0.021
14 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 334.3 1’55.217 0.735 / 0.020
15 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 341.7 1’55.220 0.738 / 0.003
16 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 337.5 1’55.237 0.755 / 0.017
17 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 343.9 1’55.285 0.803 / 0.048
18 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 335.4 1’55.291 0.809 / 0.006
19 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 338.5 1’55.393 0.911 / 0.102
20 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 339.6 1’55.560 1.078 / 0.167
21 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 335.4 1’56.093 1.611 / 0.533
22 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 333.3 1’56.509 2.027 / 0.416

Foto: MotoGP-com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto2, GP Doha 2021: risultati warm-up. Marco Bezzecchi davanti a tutti! Di Giannantonio attardato

Atletica, Ruth Chepngetich firma il record mondiale di mezza maratona. Trionfo a Istanbul