MotoGP, Franco Morbidelli: “Non ho provato il time attack, ho pensato a gomme e passo gara. Su Marc Marquez…”

Ancora un venerdì non semplice per Franco Morbidelli. Il pilota del team Yamaha Petronas, infatti, conclude solamente al diciannovesimo posto le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio del Portogallo, terzo appuntamento del Mondiale MotoGP 2021. “Franky”, dopo la deludente doppietta di Losail, confidava in un cambio di passo non di poco conto sul tracciato di Portimao (dove a novembre chiuse sul podio) ma, come si è visto, il risultato non si è discostato affatto da quanto visto nell’antipasto stagionale del Qatar.

L’ex campione del mondo della Moto2, infatti, non è andato oltre un 1:41.216 a 1.350 dalla migliore prestazione giornaliera di Francesco “Pecco” Bagnaia ma non ha cercato il giro secco. Alle spalle del pilota italo-brasiliano ci sono solamente altri tre piloti, per cui la situazione si fa quanto mai allarmante nel complesso. Nonostante tutto, il nostro portacolori esprime fiducia: “Sono abbastanza contento per la mia giornata – le sue parole a GPone.com – Non sono del tutto sereno perché non ho provato il time attack ed è quasi una fortuna non essere ultimo. Mi sono concentrato sulle gomme medie e sul passo, domani nella FP3 proverò il tempo”.

Sul fronte passo gara? “Ho usato la stessa gomma del 2020 e penso che potrò utilizzarla anche nella gara di domenica. Domani testerò anche la soft per vedere se potrebbe essere una opzione, ma per quanto visto la media mi sembra soddisfacente. Ho migliorato le mie sensazioni mano a mano e ho fatto un bel passo in avanti”.

Ultima battuta su Marc Marquez, autore di un ritorno davvero eccellente sul tracciato di Portimao: “Non l’ho visto in azione, ma i tempi sì. Penso sia pazzesco quello che ha fatto oggi in pista. Le prestazioni dopo un anno senza MotoGP sono straordinarie. Ha fatto vedere, ancora una volta, di che pasta sia fatto”. 

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Fabio Quartararo: “Mi sento forte e ho un ottimo feeling con la Yamaha a Portimao. Marquez mi ha sorpreso”

Ginnastica artistica, Final Six Scudetto: sorteggiati gli accoppiamenti. Brixia favorita al femminile