Judo, ciclone Manuel Lombardo! Ippon letale a Margvelashvili: campione d’Europa!

Dopo 16 mesi di attesa, il vero Manuel Lombardo è tornato. Quest’oggi il 22enne piemontese ha messo in mostra una prestazione monumentale, inanellando un ippon dopo l’altro e aggiudicandosi la medaglia d’oro nella categoria -66 kg ai Campionati Europei 2021 di judo. Dimostrazione di forza a dir poco impressionante e soprattutto la sensazione di aver ritrovato la forma psico-fisica di fine 2019, in cui fu capace di trionfare al Grand Slam di Abu Dhabi e al Master di Qingdao.

Dopo aver eliminato in precedenza il croato Robert Klacar, il belga Kenneth Van Gansbeke ed il padrone di casa portoghese Joao Crisostomo, Lombardo si è imposto anche sul temibile georgiano Vazha Margvelashvili nell’atto conclusivo del torneo. In occasione del match finale, il talentuoso azzurro ha incassato la prima e unica sanzione di giornata, trovando poco dopo la proiezione vincente valevole per il suo primo titolo continentale a livello senior (fu oro europeo cadetto nel 2015 e junior nel 2018).

Il prodotto dell’Akiyama di Settimo Torinese ha chiuso i conti in appena 65″ di incontro, mettendo a segno il quarto ippon consecutivo odierno senza dover mai ricorrere al Golden Score. Con questo successo, Lombardo incassa 700 punti in classifica e torna al primo posto nel ranking mondiale e olimpico dei 66 kg, scavalcando in un colpo solo Margvelashvili ed il sud coreano Baul An, argento agli ultimi Campionati Asiatici.

Si trattava del primo scontro diretto tra Lombardo e Margvelashvili nel World Tour, con l’azzurro che può così proseguire con ancor più fiducia il suo percorso di avvicinamento verso il grande obiettivo a cinque cerchi. A Tokyo per sognare il bersaglio grosso sarà necessario presumibilmente sconfiggere il fenomenale giapponese Hifumi Abe, ma il piemontese classe 1998 ha già dimostrato di poter impensierire anche il due volte campione iridato.

Foto: IJF

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Amstel Gold Race 2021: tutti gli italiani in gara. Le Ardenne chiamano Colbrelli e Trentin. Presenti anche Bettiol e De Marchi

F1, Sergio Perez: “Il passo gara della Red Bull è buono. L’incidente con Ocon? Un problema di comunicazione”