Giro dei Paesi Baschi 2021, Tadej Pogacar: “La Jumbo-Visma ha perso la maglia, dunque sicuramente hanno commesso degli errori”

Nella frazione di ieri del Giro dei Paesi Baschi, lo statunitense Brandon McNulty ha attaccato in discesa insieme ad altri cinque corridori e ha guadagnato 50″ sugli uomini di classifica. In questo modo, il giovane della UAE Team Emirates ha sfilato la maglia di leader allo sloveno Primoz Roglic, il quale non lo ha seguito, poiché timoroso di scoprire il fianco al contrattacco di Tadej Pogacar.

La scelta della Jumbo-Visma ha fatto particolarmente discutere poiché a Roglic era rimasto un compagno, il danese Vingegaard, ma ha preferito lasciare che questi seguisse McNulty, per giocarsi la tappa, anziché tenerlo al proprio fianco per farlo lavorare e provare a limitare, così, i danni. Lo stesso Pogacar, che ricordiamo essere compagno di McNulty, ha espresso, dopo la frazione, dei dubbi sulla strategia della squadra del connazionale.

Queste le dichiarazioni di Pogacar rilasciate a Cyclingweekly.com: “Non ho capito come si sia creato il buco tra il mio gruppo e quello di McNulty. Roglic è uno dei corridori più forti al mondo e sono sicuro che, se avesse voluto, avrebbe potuto seguire Brandon. La Jumbo-Visma ha perso la maglia, dunque sicuramente hanno sbagliato qualche calcolo. Magari a loro va bene così, ma la situazione, ora, è perfetta per noi. McNulty ha ottime chance di vincere il Giro dei Paesi Baschi, adesso“.

Alla fine della gara a tappe basca, ora, mancano appena due frazione, tra cui una, l’ultima, che prevede il classico arrivo in quota ad Arrate. Roglic deve recuperare 23″ a McNulty, non un’enormità, ma, allo stesso tempo, deve guardarsi le spalle proprio da Pogacar, il quale si trova a 20” dallo sloveno. Per la UAE Team Emirates la situazione è realmente ottima.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro dei Paesi Baschi 2021, Primoz Roglic: “Non sono preoccupato per aver perso la maglia di leader”

Basket, Gabriel Deck lascia il Real Madrid prima dei playoff di Eurolega. L’argentino si trasferisce agli Oklahoma City Thunder