Freccia Vallone 2021: i favoriti. Roglic parte in prima fila con Alaphilippe e Valverde

Domani si terrà la Freccia Vallone 2021 e l’elenco dei favoriti è ricco di nomi di assoluto rango. Al via ci saranno gli ultimi tre vincitori della classica belga, vale a dire Julian Alaphilippe Deceuninck-Quick Step), re nel 2018 e nel 2019, Alejandro Valverde (Movistar), quattro successi tra il 2014 e il 2017 e un quinto nel lontano 2006, e il campione uscente Marc Hirschi (UAE Team Emirates). Il più in forma sembrerebbe essere proprio il quarantunenne murciano, ma quest’anno dovrà vedersela anche con Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che è all’esordio in questa corsa, ma vanta una condizione eccellente e ha le caratteristiche ideali per lasciarsi tutti alle spalle sul muro di Huy.

Ovviamente non va sottovalutato neanche il grande mattatore della settimana di gare appena trascorsa, vale a dire l’enfant prodige britannico Tom Pidcock (Ineos). Il campione del Mondo U23 di cross country arriva alla Freccia Vallone con in saccoccia una Freccia del Brabante e un secondo posto all’Amstel Gold Race, risultati che sono sintomo di una condizione eccelsa. Inoltre, ha l’esplosività necessaria per lasciarsi tutti alle spalle sul Muro di Huy.

Occhi puntati anche sul secondo e sul terzo della passata edizione, vale a dire Benoit Cosnefroy (Ag2r) e Michael Woods (Israel Start-Up), mentre va annoverato tra i favoriti, nonostante nel 2020 fu solo nono, anche lo sloveno Tadej Pogacar (UAE Team Emirates). La Freccia Vallone, sulla carta, non è la gara più adatta al re dell’ultimo Tour de France, ma Pogacar, dato il talento di cui dispone, può vincere su qualsiasi terreno.

Altri nomi che fanno parte del gruppo dei favoriti sono il francese David Gaudu (Groupama-FDJ), di recente vincitore della tappa regina del Giro dei Paesi Baschi, il colombiano Sergio Higuita (EF Education-Nippo), corridore esplosivo perfetto per erte brevi e ripide come il Muro di Huy, il tedesco Maximilian Schachmann (Bora-Hansgrohe), terzo domenica all’Amstel Gold Race e quinto alla Freccia Vallone due anni fa, e il danese Jakob Fuglsang (Astana), secondo, su queste strade, nel 2019.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Djokovic replica a Nadal: “Non sono ossessionato dai record, provo solo amore e passione per il tennis”

Valentina Vezzali: “Chiesta proroga per i termini sui bonus. A breve novità anche per le società”