F1, Max Verstappen preoccupato dall’affidabilità della Red Bull. E Sergio Perez ha faticato

La potenza è nulla senza controllo. Lo slogan di un marchio presente in F1 calza a pennello per introdurre il discorso su quanto accaduto quest’oggi a Imola, sede del secondo round del Mondiale 2021, in casa Red Bull.

La scuderia di Milton Keynes si è presentata con la voglia di battagliare con Mercedes che, però, nei due turni di prove libere andati in scena si è presa la vetta coi due piloti Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, facendo capire che le modifiche apportate al diffusore e altri accorgimenti aerodinamici abbiano dato i frutti sperati.

La RB16B, se si guarda alla velocità pura, è notevole per prestazione e ha tutto per lottare con le Frecce Nere. Il dato negativo di oggi, però, è legato all’affidabilità. Il progetto di Adrian Newey rischia di avere questo tallone d’Achille, considerando le sostituzioni del pacco batterie e della centralina che c’è stato sulla monoposto del messicano Sergio Perez, oltre al problema alla trasmissione che ha costretto l’olandese Max Verstappen a fermarsi dopo appena cinque giri della FP2.

Una situazione che, quindi, andrà analizzata nella scuderia anglo-austriaca. Del resto, spingere con lo sviluppo per tenere il passo della Mercedes, con il rischio poi di non prendere punti è inutile. A ciò va legato anche un inizio di weekend all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari poco felice per Perez: il messicano, dopo aver causato l’incidente in mattinata con l’Alpine di Esteban Ocon (stava facendo delle regolazioni al volante quando ha toccato la macchina del francese) non è andato oltre il sesto crono, realizzando una prestazione di appena otto millesimi meglio del giapponese Tsunoda con l’AlphaTauri.

Un venerdì dunque con tante ombre per Red Bull e in vista del time-attack di domani e soprattutto della corsa domenicale tante cose andranno modificate.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
GP Imola F1 2021 Max Verstappen Mondiale F1 2021 Sergio Perez

ultimo aggiornamento: 16-04-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Guido Meda su Francesco Bagnaia: “Sarà la rivelazione del Mondiale 2021 di MotoGP”

Tokyo 2020: cancellate le qualificazioni americane di boxe. Si decide in base alle classifiche BTF