F1, GP Imola 2021: Lewis Hamilton in pole sul filo dei millesimi! 4° Charles Leclerc, 11° Carlos Sainz

All’autodromo di Imola si sono concluse le qualifiche che hanno determinato la griglia di partenza per il Gran Premio di Emilia Romagna 2021, secondo atto del Mondiale di F1. La pole position è stata fatta segnare da Lewis Hamilton, il quale sarà accompagnato in prima fila da Sergio Perez. La Ferrari archivia una prestazione in controluce, in quanto Charles Leclerc scatterà dalla quarta casella e Carlos Sainz dall’undicesima.

Q1 – Dopo pochi minuti viene esposta la bandiera rossa, poiché Yuki Tsunoda perde il posteriore della sua vettura alla Variante Alta, andando a sbattere violentemente contro le barriere. Il giapponese non ha conseguenze, ma il retrotreno della sua Alpha Tauri è distrutto e l’inesperto nipponico domani sarà costretto a partire dall’ultima posizione. Oltre all’asiatico, non passano il primo taglio le due Alfa Romeo (16° Kimi Räikkönen, 17° Antonio Giovinazzi) e le due Haas (18° Mick Schumacher, 19° Nikita Mazepin). Il pilota italiano può però recriminare, perché proprio il russo ha rovinato il suo ultimo tentativo lanciato con una manovra non propriamente ortodossa. Per la cronaca, il miglior tempo viene fatto segnare da Valtteri Bottas davanti a Lewis Hamilton.

Q2 – Le Mercedes e Max Verstappen sono gli unici a permettersi un time attack efficace con mescola media, in maniera tale da poterla utilizzare nel primo stint di domani. Tutti gli altri devono invece giocoforza ricorrere a gomme morbide. A sorpresa, tra le cinque vetture eliminate, c’è la Ferrari di Carlos Sainz, il quale sarà costretto a scattare dall’11ma casella dopo essere stato superato di 61 millesimi da Lance Stroll. Nessun problema, invece, per Charles Leclerc, che realizza il terzo tempo del turno dietro alla Red Bull di Sergio Perez e alla McLaren di Lando Norris. Oltre a Sainz, vengono eliminate le due Williams (12° George Russell, 14° Nicolas Latifi), l’Aston Martin di Sebastian Vettel (13°) e l’Alpine di Fernando Alonso (15°). I due esperti Campioni del Mondo devono quindi subire lo smacco di vedere i più giovani e meno blasonati compagni di squadra avanzare alla manche decisiva.

Q3 – Il primo time attack dice bene a Lewis Hamilton, che precede di 9 centesimi Max Verstappen e di 254 millesimi Sergio Perez. Deludente, invece, Valtteri Bottas, che paga 6 decimi al compagno di squadra ed è momentaneamente sesto, dietro anche a Lando Norris e Charles Leclerc. Alla resa dei conti, il trentaseienne britannico non riesce a migliorarsi, ma la sua pole position resiste seppur per una manciata di millesimi! Ad accompagnarlo in prima fila ci sarà Sergio Perez, presosi la soddisfazione di battere Verstappen, terzo. A fianco dell’olandese ci sarà un ottimo Charles Leclerc, che sfrutta al massimo il potenziale della sua Ferrari.  Va però rimarcato come Lando Norris avrebbe realizzato il terzo tempo, se questo non fosse stato cancellato per aver violato i track limits. Il giovanissimo britannico dovrà invece scattare dalla settima casella, alle spalle anche di Pierre Gasly (quinto) e del compagno di squadra Daniel Ricciardo (sesto). Solo ottavo Bottas, che ha capito poco della mescola morbida. Quinta fila per l’Alpine di Esteban Ocon e l’Aston Martin di Lance Stroll.

GP IMOLA 2021 – RISULTATO QUALIFICHE

1 Lewis Hamilton Mercedes 1:14.411 8
2 Sergio Perez Red Bull Racing +0.035 6
3 Max Verstappen Red Bull Racing +0.087 6
4 Charles Leclerc Ferrari +0.329 6
5 Pierre Gasly AlphaTauri +0.379 6
6 Daniel Ricciardo McLaren +0.415 7
7 Lando Norris McLaren +0.464 5
8 Valtteri Bottas Mercedes +0.487 8
9 Esteban Ocon Alpine +0.799 7
10 Lance Stroll Aston Martin
11 Carlos Sainz Ferrari
12 George Russell Williams
13 Sebastian Vettel Aston Martin
14 Nicholas Latifi Williams
15 Fernando Alonso Alpine
16 Kimi Räikkönen Alfa Romeo Racing
17 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo Racing
18 Mick Schumacher Haas F1 Team
19 Nikita Mazepin Haas F1 Team
20 Yuki Tsunoda AlphaTauri

Foto: La Presse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo, Maria Centracchio eliminata ai ripescaggi per il bronzo nei 63 kg agli Europei

ATP Belgrado I 2021: Cecchinato e Travaglia sfidano i tennisti di casa Krajinovic e Troicki. Bye per Berrettini al 1° turno