Ciclismo su pista, Elia Viviani e Letizia Paternoster non brillano a Gand

Elia Viviani e Letizia Paternoster non hanno brillato nelle prove con la maglia azzurra a Gand. Il ciclista della Cofidis si è dovuto accontentare di un 10° posto mentre ha chiuso in ottava piazza la 21enne nativa di Cles nella prima prova di avvicinamento alle Olimpiadi di Tokyo, ovviamente nell’Omnium.

Ho sofferto tantissimo lo scratch e la tempo-race – ha spiegato Viviani nell’intervista rilasciata alla Gazzetta – che sono state molto tirate. Sono partito con il piede sbagliato e l’ho pagato. Mi sono riscattato nella mia prova, l’eliminazione, dove ho perso dal francese Benjamin Thomas, che ha dato un segnale chiaro: sarò il rivale numero 1 all’Olimpiade, era nettamente superiori a tutti e ha vinto per distacco. Era da febbraio che non facevo pista“.

Anche Letizia Paternoster mancava dalle gare su pista da diversi mesi, precisamente dai Mondiali di Berlino del 2020: “All’inizio ero un po’ bloccata, ma ho ritrovato subito la tecnica e i movimenti. Ero consapevole della mia condizione, non ho fatto ancora i lavori più resistenti, però sono stata lì davanti con le grandi senza troppi problemi“.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Elia Viviani Letizia Paternoster

ultimo aggiornamento: 18-04-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica, Vanessa Ferrari: l’eroina che ferma il tempo e insegue le Olimpiadi. Europei all-around. E il corpo libero…

Moto2, risultato warm up GP Portogallo 2021: Remy Gardner il migliore, Marco Bezzecchi 5°