Basket: Olimpia Milano costretta a gara-5. Il Bayern Monaco allunga i suoi playoff di Eurolega 2021 in un finale drammatico

Finale drammatico e terza gara-5 che si giocherà martedì 4 maggio, dopo quelle tra Anadolu Efes e Real Madrid e tra Barcellona e San Pietroburgo. Il Bayern Monaco riesce a rimontare l’Olimpia Milano, Andrea Trinchieri ed Ettore Messina si sfideranno in un’ultima partita al Mediolanum Forum per decidere chi andrà a Colonia per le Final Four di Eurolega. 85-82 il finale di una partita in cui Malcolm Delaney domina con 28 punti, ma dove i 18 di Wade Baldwin e i 16 di un clamoroso Paul Zipser, specialmente nell’ultimo quarto, diventano decisivi. Per uno scherzo del destino, anche la valutazione complessiva delle due squadre è perfettamente comparabile col punteggio: 86-85 per il Bayern.

Parte bene Milano, o meglio parte benissimo Malcolm Delaney, autore di non meno di sette dei primi dieci punti dell’Olimpia. Dall’altra parte l’uomo importante è Seeley, che appare all’Audi Dome in una veste particolarmente complicata da fermare. Il 19-14 del Bayern, ad ogni modo, è farina del sacco anche dell’ex italiano Johnson, ma i tedeschi non riescono a fare il vuoto e chiudono il primo quarto sì avanti, ma 23-19.

Un nome è quello che lancia il parziale di 3-13 dell’Olimpia, ed è quello del Chacho Rodriguez, che sblocca nei fatti tutti gli altri compagni diversi da Delaney. Baldwin e Johnson cercano di tenere il ritmo, ma è soprattutto un grande LeDay a mettere Milano sulla strada della doppia cifra (37-48). Sotto la sua spinta la prima metà di gara si chiude col sorriso per gli uomini di Messina, avanti 40-50.

Gli ospiti continuano a spingere sull’acceleratore al ritorno sul parquet, con Delaney che non si ferma, vola oltre quota 20 e regala il +13 (42-55) ai compagni. In apparenza il Bayern sembra non averne, tranne che per qualche fiammata di Baldwin e Johnson che comunque non preoccupa l’Olimpia. O almeno, non lo fa fino a quando il divario diventa minore, riducendosi fino alle cinque lunghezze (63-68) prima del clamoroso buzzer beater di tabella di Shields che vale il 63-71 a 10′ dal termine.

Qualcosa, però, cambia in fretta, e la variabile impazzita si chiama Paul Zipser. Dopo il nuovo +10 di Punter, i bavaresi cominciano a risalire, oltre che con Baldwin e Lucic, proprio con lui, che è protagonista di una schiacciata clamorosa, contro Hines, che potrebbe essere l’azione degli interi quarti di finale: 73-75. Ancora lui piazza la tripla del -1, e a 3’07” dalla fine arriva anche il sorpasso di Reynolds. Scorrono minuti drammatici all’Audi Dome, con Shields che va in lunetta e fa 1/2 per l’80-80, Delaney che prende la moto e trova il +2 a 1’06” dal termine senza però chiudere il gioco da tre punti. Arrivano due brutte conclusioni da entrambi i lati, poi Zipser ne combina un’altra, lanciando un alley oop per Lucic che decolla, inchioda e pesca il fallo di Shields a 23″8 dalla fine, realizzando l’aggiuntivo. Proprio quest’ultimo tenta di farsi perdonare, penetra e trova il fallo di Gist. O almeno questo è quel che pensa. Dopo un lungo conciliabolo al tavolo gli arbitri cambiano la decisione: sfondamento, perché tutti e due i piedi di Gist, dopo tanti replay che non chiariscono al 100%, sono visti fuori dal semicerchio. Arriva l’ovvio fallo su Lucic: 2/2. Resta solo la chance del tiro da tre: Datome sbaglia, rimbalzo di Delaney che esce dall’arco e tira anche lui senza buon esito. Sarà gara-5 al Mediolanum Forum.

BAYERN MONACO-OLIMPIA A|X ARMANI EXCHANGE MILANO 85-82 (23-19, 40-50, 63-71)

BAYERN – George ne, Baldwin* 18, Seeley 11, Reynolds 9, Lucic* 12, Flaccadori*, Zipser 16, Gist 5, Johnson* 12, Sisko 2, Radosevic*, Grant ne. All. Trinchieri

MILANO – Punter* 10, LeDay* 10, Micov*, Roll, Rodriguez 3, Tarczewski*, Delaney* 28, Shields 17, Brooks, Evans 2, Hines 4, Datome 8. All. Messina

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

IndyCar, doubleheader in Texas per il primo ovale in calendario

Calcio femminile, sorteggio Qualificazioni Mondiali 2023: l’Italia con la Svizzera nel gruppo G