Basket, Champions League 2021: Brindisi, con il Pinar Karsiyaka un match da dentro o fuori

Si chiude tra oggi e domani la prima fase dei playoff della Champions League 2021 di basket e sui parquet d’Europa si decideranno le squadre che accederanno alla Final Eight continentale. E in corsa c’è anche l’Happy Casa Brindisi, che però si gioca tutto nello scontro diretto in casa del Pinar Karsiyaka.

Brindisi attualmente è seconda nel gruppo I, alle spalle del già qualificato Hapoel Holon, con tre vittorie e due sconfitte, mentre i turchi del Karsiyaka seguono con due successi e tre sconfitte. I padroni di casa sono obbligati, dunque, a vincere per qualificarsi, ma un successo del Pinar potrebbe non bastare a farli accedere alla Final Eight. Nel match d’andata, infatti, l’Happy Casa si è imposta per 83-79 e in classifica ha una differenza punti di +21, contro il +1 dei padroni di casa. Perdendo, dunque, con 4 o meno punti l’Happy Casa Brindisi si qualifica alle Final Eight o per la miglior differenza punti nelle sfide dirette (perdendo di 3 o meno punti) o per la miglior differenza punti generale (perdendo di 4 punti). Se il Pinar Karsiyaka, invece, vince con 5 o più punti si qualifica ed elimina i pugliesi.

Per la squadra di Francesco Vitucci, dunque, ci sono due risultati su tre utili. Vincere o perdere con 4 o meno punti darebbe a Brindisi l’accesso alla Final Eight. Da sottolineare che entrambe le formazioni hanno perso nell’ultimo turno di Champions League, con i padroni di casa in striscia negativa da due turni. Il Pinar Karsiyaka nell’ultimo turno di campionato ha perso 117-59 con il Fenerbahce, ma schierando in pratica la giovanile e lasciando i migliori giocatori a riposo in vista del match decisivo con Brindisi.

Da sottolineare come Brindisi abbia vinto 3 delle ultime 4 trasferte in Champions League, dopo aver perso le ultime 8. I pugliesi hanno un record di 5-1 contro formazioni turche nel torneo. Guardando alle statistiche, il Pinar è la peggior formazione del torneo da oltre l’arco, con una percentuale del 26% da tre punti, mentre di contro Brindisi ha la miglior difesa da lontano, concedendo solo il 29% dei canestri da lontano. Questa sarà un’arma che i ragazzi di Vitucci dovranno sfruttare al massimo per tenere i turchi con un punteggio basso, ma dovranno limitare al massimo il Pinar Karsiyaka anche da sotto canestro. Sempre guardando alle statistiche, Brindisi nei playoff segna con una media di 83 punti a partita, subendone 78,8, mentre i padroni di casa segnano solo 76,8 punti, subendone 76,6.

Credits: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro dei Paesi Baschi, Fabio Aru parte male nella cronometro: 85° ad oltre 1’30” da Roglic

LIVE Olimpia Milano-Varese 81-83, Serie A basket in DIRETTA: Openjobmetis colpo clamoroso, sbancato il Forum dopo otto anni e mezzo