Short track, Mondiali 2021: Arianna Fontana, Valcepina e Mascitto partono forte a Dordrecht

Mattinata positiva per l’Italia nella prima giornata dei Mondiali 2021 di short track a Dordrecht (Olanda). Arianna Fontana, Martina Valcepina e Cynthia Mascitto hanno superato i primi turni dei 500, 1000 e 1500 metri, dando un segnale di vitalità. C’è da dire, una rassegna iridata condizionata dalle tante assenze: ai nastri di partenza non figurato le selezioni asiatiche a causa del Covid e le compagini nordamericane registrano importanti defezioni.

Vero è che le azzurre hanno messo in mostra una buona condizione. Nei 1500 metri le nostre portacolori hanno staccato il biglietto per la semifinale con Mascitto giunta terza nella Heat n.2 vinta dalla belga Hanne Desmet, mentre Fontana e Valcepina hanno fatto doppietta nell’ultima batteria, con la campionessa olimpica dei 500 metri (2’35″215) a precedere l’atleta nativa di Sondalo (2’35″360). Una Heat nella quale vi è stata la penalizzazione dell’americana Corinne Stoddard, che ha danneggiato la polacca Natalia Maliszewska a cui è stato concesso il passaggio di turno.

Nei 500 metri Valcepina ha fatto valere le sue qualità in questa specialità con la vittoria della Heat 1 con il crono di 43″566. Stessa storia, stesso mare per Fontana (43″644) a segno nella Heat n.5 a precedere la canadese Courtney Sarault (43″776). Terza piazza e qualificazione per Mascitto (43″782) nella batteria n.3 con la canadese Florence Brunelle (43″602).

Nei 1000 metri, infine, Mascitto seconda nella propria Heat (1’40″845) alle spalle della belga Hanne Desmet (1’40″513) con qualificazione tranquilla, mentre Valcepina danneggiata nei proprio incedere giunge terza ma con il pass. A completare il quadro Fontana (1’30″197) con un secondo posto nell’ultima batteria alle spalle della campionessa del mondo in carica nell’allround Suzanne Schulting (1’29″673). Padrona di casa che è parsa in splendida forma nelle tre distanze nelle quali ha gareggiato, regalandosi l’en plein in questa mattinata nei Paesi Bassi.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, beffa per Dominik Paris: cancellata la discesa di Saalbach quando era al comando

Atletica, Larissa Iapichino: che carattere! Guizzo all’ultimo salto: è in finale agli Europei con Laura Strati