Salto con gli sci femminile: Marita Kramer si impone a Nizhny Tagil, Takanashi passa Kriznar in classifica di Coppa del Mondo

A Nizhny Tagil, penultima sede di gare di Coppa del Mondo per quanto riguarda il circuito femminile, è Marita Kramer a imporsi in una competizione con parecchia variabilità di vento. L’austriaca di origini olandesi, 19 anni, è alla quarta vittoria stagionale e quinta in senso assoluto: si riprende in questo modo anche la terza posizione nella classifica di Coppa del Mondo. La gara l’ha sostanzialmente dominata, con i salti migliori sia nella prima che nella seconda serie: 96.5 e 96 metri per 117.7 e 114.4 punti, con un totale di 232.1.

Il secondo posto della giapponese Sara Takanashi (224.1, con rimonta dalla quarta posizione della prima serie grazie a un gran 113.3 nella seconda, aiutata dal fatto di arrivare a 95.5 metri) è però la parte più significativa, dal momento che questo risultato le consente di andare al comando della classifica per la Sfera di Cristallo con 15 punti di vantaggio sulla slovena Nika Kriznar. La prestazione di quest’ultima, un 218.1 totale, è frutto di due salti identici (94 metri) per lunghezza, ma ben diversi per qualità (112.3 punti nel primo, 105.8 nel secondo).

Completano il novero delle prime cinque la norvegese Silje Opseth, a 215.9, e l’altra austriaca Chiara Hoelzl, che si divora la chance di portare al suo Paese una doppietta a causa di un secondo salto deficitario rispetto al primo (102.5 punti con 89.5 metri) che la porta a quota 214.9.

In top-ten, in questa gara priva della presenza di Maren Lundby e delle italiane, chiudono anche la giapponese Nozomi Maruyama (209.8), la norvegese Thea Minyam Bjoerseth (209.4), l’altra nipponica Yuki Ito (207.4), la tedesca Katharina Althaus (204.1) e la russa Irina Avvakumova (203.6). Grande delusa l’austriaca Daniela Iraschko-Stolz, tradita dal vento nella prima serie, in grado di recuperare 14 posizioni nella seconda, ma comunque 15a a 190.5 alla fine.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Snowboard, PSL Berchtesgaden in DIRETTA: Aaron March vince tutto! Gara, Coppa del Mondo generale e di specialità!

Classifica Coppa del Mondo snowboardcross 2021: Samkova in trionfo, Michela Moioli beffata