Rugby, Sei Nazioni 2021: l’Inghilterra ferma la Francia

Una meta di Maro Itoje nel finale regala a Eddie Jones la vittoria nel quarto turno del Guinness Sei Nazioni e ferma la corsa della Francia che, così, vede il Galles scappare via nella corsa al titolo.

Parte alla grandissima la Francia che dopo un minuto hanno Thomas che con un calcetto supera la difesa, poi Dupont controlla un pallone difficilissimo e schiaccia in meta per il 0-7 iniziale. Reagiscono i padroni di casa che si portano velocemente nei 22 transalpini, con la Francia che difende con ordine. Provano a scardinare la difesa con affondi centrali con gli uomini di mischia, ma alla fine il pallone viene tenuto alto e nulla di fatto. Insiste, però, l’Inghilterra e al 10’ è Anthony Watson a concludere al largo una bella azione e meta per i padroni di casa per il 7-7. Insiste l’Inghilterra e al 15’ Owen Farrell mette tre punti dalla piazzola e vantaggio per i padroni di casa. Al 18’ occasione per l’Inghilterra, ma Jalibert prende la palla quasi sulla linea di meta, riesce a liberare l’ovale prima del placcaggio e si salvano gli ospiti. Punizione, però, per i britannici e Farrell va sulla piazzola per il 7-13.

Ancora un’indecisione francese su un calcio di alleggerimento, nuova occasione per l’Inghilterra che, però, fa avanti e nulla di fatto. Tenta di reagire la Francia che alza il ritmo in mischia e palla in mano, con il baricentro che torna nella metà campo inglese. Al 29’ va vicinissima alla meta la Francia, ma Jalibert non riesce a schiacciare, con la Francia che però aveva un vantaggio e la stessa apertura va sulla piazzola per il 13-10. E al 32’ meta spettacolare di Pinaud al termine di un’azione fantastica dei francesi che lasciano sul posto la difesa inglese e nuovo vantaggio per gli ospiti sul 13-17. Ancora i trequarti francesi a dare spettacolo con Thomas che si fa beffe della difesa inglese, ma poi i Bleus commettono fallo sui 5 metri e nulla di fatto, con le squadre che così vanno al riposo con la Francia avanti di 4.

Insiste la Francia a inizio ripresa, che mixa il gioco alla mano con quello al piede, ma non riesce a concretizzare i primi possessi. Al 48’ fallo di Maro Itoje e Jalibert va sulla piazzola per il 13-20. Risponde l’Inghilterra, fallo francese al 53’ e Farrell sulla piazzola e padroni di casa che tornano a -4. Soffre la Francia in mischia con Haouas, ma non ne approfitta l’Inghilterra che si scontra contro l’ottima difesa ospite mentre ci si avvicina all’ora di gioco.

Si alza la tensione a Twickenham, con la Francia che deve difendere il vantaggio minimo, mentre l’Inghilterra prova ad alzare i ritmi di gioco per trovare la meta del sorpasso. Ma è una Francia molto attenta in difesa, che mette le mani in ruck e rende durissimo mantenere il controllo ai padroni di casa. È furiosa l’Inghilterra palla in mano e al 75’ conquista un’importante punizione poco dentro la metà campo francese che dà ai ragazzi di Jones una chance fondamentale nei 22. E arriva la meta di Maro Itoje che schiaccia di prepotenza e Inghilterra che al 77’ si porta avanti 23-20. Ci prova la Francia, ma un avanti di Dupont rovina tutto e vince l’Inghilterra.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Francia Inghilterra Sei Nazioni 2021

ultimo aggiornamento: 13-03-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parigi-Nizza 2021, Gino Mader: “Dopo l’arrivo stavo per piangere. Devo dire bravo a Roglic, ma la prossima volta sarò più forte”

LIVE Inghilterra-Francia 23-20, Sei Nazioni rugby in DIRETTA: gli inglesi si riscattano, sfuma il grande slam per i transalpini