Parigi-Nizza 2021: i favoriti. Primoz Roglic contro Tao Geoghegan Hart. Occhio a Vlasov e Hindley

Ci troviamo a poche ore dall’inizio di una delle corse più attese della prima parte della stagione, la 79esima edizione della Parigi-Nizza, che andrà in scena da domenica 7 marzo a domenica 14. Finalmente potremo veder battagliare alcuni dei principali contendenti delle grandi corse a tappe di questo 2021. Tra i big spiccano sicuramente gli ultimi vincitori del Giro d’Italia Tao Geoghegan Hart e della Vuelta a España Primoz Roglic, ma non solo…

Geoghegan Hart avrà con sé in Ineos Grenadiers Richie Porte, terzo classificato del Tour de France 2020, e due volte vincitore della Parigi-Nizza. Il tutto per una coppia che fa veramente paura accostandola a Roglic, che però avrà al suo fianco Steven Kruijswijk e George Bennett: il terzetto della Jumbo-Visma è pronto a regalare spettacolo. Bisognerà però fare grande attenzione anche al duo della Bora-Hansgrohe composto dal campione uscente Maximilian Schachmann e dall’austriaco Felix Grossschartner,

Poi troveremo al via anche il francese David Gaudu (Groupama-FDJ), il quale ha già mostrato di avere una condizione eccellente vincendo la recente Faun-Ardèche Classic, così come la giovane rivelazione dell’ultima Corsa Rosa Jai Hindley, capitano assoluto del Team DSM. E non si può sottovalutare nemmeno il russo Alexandr Vlasov (Astana), un corridore molto adatto a corse come la Parigi-Nizza che presentano molte salite, e il padrone di casa Guillaume Martin (Cofidis) che l’anno scorso si è messo ben in mostra tra Tour e Vuelta.

L’Italia invece, potrà contare sul bergamasco Mattia Cattaneo, che sarà la punta per la generale della corazzata belga della Deceuninck-Quick Step, ma anche su Fabio Aru, che con la sua nuova formazione, la Qhubeka Assos, ha trovato il giusto clima per rilanciare la carriera. Chiudiamo con la coppia della Bahrain Victorius formata da Pello Bilbao e Wout Poels, due uomini molto esperti che potrebbero tranquillamente inserirsi nei contendenti al podio.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio, Alexis Sanchez decide la sfida del Tardini: Inter sempre più in fuga

ATP Rotterdam 2021, Stefanos Tsitsipas ai quarti di finale, eliminato David Goffin