LIVE Pattinaggio artistico, Mondiali in DIRETTA: guida Shcherbakova ma Kihira è a un passo! Fuori con onore Lara Naki Gutmann

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA DIRETTA LIVE DEL CORTO DELLE COPPIE D’ARTISTICO DALLE 18.30

16.01: Per questa gara è tutto, l’appuntamento è con il programma corto dell’artistico a coppie questa sera alle 18.30. Buon pomeriggio e grazie per averci seguito

16.00: Questa la classifica di Lara Naki Gutmann:

28 Lara Naki GUTMANN ITA 55.64

15.58: Questa la classifica finale del programma corto femminile con tutte le qualificate per il libero:

1 Q Anna SHCHERBAKOVA FSR 81.00
2 Q Rika KIHIRA JPN 79.08
3 Q Elizaveta TUKTAMYSHEVA FSR 78.86
4 Q Karen CHEN USA 74.40
5 Q Yelim KIM KOR 73.63
6 Q Kaori SAKAMOTO JPN 70.38
7 Q Bradie TENNELL USA 69.87
8 Q Haein LEE KOR 68.94
9 Q Madeline SCHIZAS CAN 68.77
10 Q Loena HENDRICKX BEL 67.28
11 Q Olga MIKUTINA AUT 67.18
12 Q Alexandra TRUSOVA FSR 64.82
13 Q Ekaterina RYABOVA AZE 64.11
14 Q Jenni SAARINEN FIN 63.54
15 Q Josefin TALJEGARD SWE 61.58
16 Q Satoko MIYAHARA JPN 59.99
17 Q Alexandra FEIGIN BUL 59.97
18 Q Alina URUSHADZE GEO 59.89
19 Q Eva-Lotta KIIBUS EST 59.65
20 Q Nicole SCHOTT GER 59.09
21 Q Eliska BREZINOVA CZE 58.81
22 Q Hongyi CHEN CHN 58.81
23 Q Natasha McKAY GBR 58.15
24 Q Lindsay van ZUNDERT NED 57.72

15.55: La giapponese Rika Kihira con 79.08 punti (43.68+35.40) si inserisce al secondo posto alle spalle di Shcherbakova

15.54: Prestazione di grande spessore per la nipponica! Potrebbe essere in testa?

15.52: Triplo Lutz perfetto nella seconda parte del programma che è intenso e solido per la campionessa giapponese che non lascia nulla al caso ed è in corsa per il podio

15.50: bene il triplo Axel in apertura, senza sbavature anche la combinazione triplo Flip-triplo Toeloop

15.50: Ultima atleta in gara oggi, è una delle favorite per il podio, a giapponese  Rika Kihira, 19 anni, di Nishinomiya. Abita a Champery in Svizzera dove si allena agli ordini di Stéphane Lambiel e Mie Hamada. Ha vinto le ultime due edizioni del Fouir Continents ed è stata quarta all’ultima edizione del Mondiale. Si esibisce su The Fire Within di Jennifer Thomas

15.49: La statunitense Bradie Tennell totalizza il punteggio di 69.87 (35.70+34.17) che significa sesto posto provvisorio, anche questa è una sorpresa in negativo

14.47: Qualche problema anche per la statunitense Tennell che resta aggrappata alla gara in qualche modo ma sarà lontana dalle prime della classe

15.45: Bene il triplo Flip nella seconda parte del programma

15.44: Doppio Axel bene, triplo Lutz-doppio Toeloop, errore anche per la statunitense

15.44: Ultima statunitense in gara, si tratta di Bradie Tennell, 23 anni, nata a Winfield e di stanza a Cary. Si allena a Colorado Springs sotto la guida di Tom Zakrajsek. E’ stata nona alle Olimpiadi del 2018, settima all’ultima edizione dei Mondiali e terza lo scorso anno al Four Continents. Si esibisce su Moderation di Florence and the Machine

15.42: La giapponese Satoko Miyahara riesce a qualificarsi per la finale con 59.99 che significa 14mo posto: 27.34+33.65. Sospiro di sollievo ma per le medaglie non ci sarà

15.40: Ne ha combinate di tutti i colori la nipponica Miyahara, che non si sa se si salverà dal taglio

15.38: Non entra il triplo Lutz, bene il doppio Axel, sbaglia totalmente la combinazione. Adesso rischia grosso la giapponese

15.37: Ancora Giappone con Satoko Miyahara, 23 anni dopodomani, nata a Kyoto ma di stanza a Toronto in Canada dove si allena con Lee Barkell e Yuka Sato. E’ stata argento mondiale nel 2015, bronzo a Milano nel 2018, sesta nell’ultima edizione. E’ stata quattro volte sul podio al Four Continents vincendolo nel 2015. Si esibisce su un mix: Gnossienne No. 1 di Erik Satie e Metamorphosis Two di Philipp Glass

15.36: Kaori Sakamoto resta lontana più di 10 punti dalla vetta con un punteggio di 70.38 (36.14+34.24) che significa quinto posto provvisorio

15.33: Una bella prestazione per la giapponese Kaori Sakamoto che predilige l’energia e la potenza alla grazia. Nei salti si è salvata con l’esperienza e non dovrebbe subire downgrade

15.31: Tocca ora alla prima giapponese in gara, Kaori Sakamoto, 21 anni di Kobe. Si allena a Hyogo sotto la guida di Sonoko Nakano, Mitsuko Graham e Sei Kawahara. Sesta ai Giochi di Pyeongchang, quinta al Four Continents dello scorso anno e quinta all’ultimo Mondiale. Si esibisce su un mix tra Concerto En Re Mineur, BWV 974: ll. Adagio di Johann Sebastian Bach interpretato da Alexandre Tharaud e Bach A La Jazz di Matt Herskowitz e Mary Kerr.

15.29: La russa Anna Shcherbakova con un punteggio di 81 vola al comando (43.86+37.14): che punteggio per la russa!!!

15.27: Prestazione di altissimo livello per la russa Shcherbakova, leggiadra e allo stesso tempo determinata e precisa nei saldi. Programma solido, ben eseguito. In attesa delle giapponesi, la Russia ha risposto presente con due atlete su tre

15.25: Triplo Lutz-Triplo Rittberger bene per la russa

15.24: E’ il momento della terza russa in gara, Anna Shcherbakova, 17 anni fra quattro giorni, nata e di casa a Mosca dove si allena agli ordini di E. Tutberidze, S. Dudakov e D. Gleikhengauz. E’ stata seconda lo scorso anno all’Europeo. Si esibisce su O doux printemps d’autrefois di Jules Massenet, interpretato da Joshua Bell

15.23: La russa Trusova è lontanissima dalle prime, quasi 15 punti dalla compagna di squadra che guida la classifica: 64.82 (30.34+34.48): si inserisce all’ottavo posto

15.21: Servirà un miracolo a Trusova per tornare in corsa per la medaglia

15.20: Clamoroso! Non entra la combinazione e dunque resta solo il triplo Lutz. Errore sanguinolento in chiave podio per la russa

15.18: Si apre il settimo e ultimo gruppo con un’altra delle grandi favorite per l’oro, la russa Alexandra Trusova, 17 anni, nata a Riazan e di stanza a Mosca dove si allena sotto la guida di Evgeni Plushenko e Dmitri Mikhailov. Ha vinto per due anni consecutivi il Mondiale junior ed è stata terza lo scorso anno all’Europeo. Si esibisce su un mix tra Love Story di  Lola and Hauser e Appassionata dei Secret Garden.

15.10: Tra poco il warm up dell’ultimo gruppo e tra meno di dieci minuti si chiude con le migliori sei

15.08: L’estone Eva-Lotta Kiibus totalizza 59.65 (31.29+28.39) e riesce a qualificarsi inserendosi al 13mo posto e potrà recuperare posizioni con il programma libero

15.06: Male il doppio Axel per l’estone che adesso rischia, troppe imprecisioni

15.05: Doppio triplo Toeloop con problemi in atterraggio

15.04: Si chiude anche il penultimo gruppo con l’estone Eva-Lotta Kiibus, 18 anni, nata a Tallinn e residente a Keila. Si divide fra Courchevel e Tallin dove è allenata da Anna Levandi. E’ stata 22ma all’ultimo Mondiale e settima lo scorso anno all’Europeo. Si esibisce su Sign of the Times di  Harry Styles.

15.03: La tedesca Nicole Schott totalizza un punteggio di 59.09 (29.34+29.75) ed è 13ma al momento

15.01: Problemi nelle trottole per la tedesca Schott che chiude con un discreto doppio Axel. Non sembra particolarmente soddisfatta

14.59: Bene il triplo Flip, triplo Toeloop e doppio Toeloop in combinazione un po’ farraginosa

14.58: E’ sul ghiaccio la tedesca Nicole Schott, 25 anni, nata a Essen e di stanza a Oberstdorf dove si allena sotto la guida di Michael Huth. E’ alla quinta partecipazione, con il miglior risultato ottenuto nel 2018 dove fu 13ma, dopo il 18mo posto ai Giochi Olimpici, e 13ma è stata anche lo scorso anno all’Europeo. Si esibisce su What a Feeling interpretata da Caroline Costa, colonna sonora di Flashdance

14.56: Non va ovviamente al comando la coreana Yelim Kim che totalizza 73.63 (40.07+33.56) e significa terzo posto con un punto in meno rispetto a Chen

14.54: Bene anche il triplo flip. La Corea del Sud può pensare di tornare grande protagonista in questa gara che l’ha vista dominare con Kim Yu Na

14.52: Triplo Lutz-triplo Toelop perfetto! Doppio Axel bene

14.51: E’ il momento della coreana Yelim Kim, 18 anni, nata a Seul e di stanza a Gunpo. Si allena a Seul sotto la guida di Hea Sook Shin e Eun Hee Lee. E’ stata ottava e sesta nelle ultime due edizioni del Four Continents. Si esibisce su Liebestraum di Franz Liszt.

14.50: L’azera Ekaterina Ryabova con un punteggio di 64.11 (35.78+29.33) che significa settimo posto provvisorio e finale in ghiaccio

14.48: programma solido per l’azera Ryabova che andrà ad inserirsi in una delle prime posizioni

14.46: Bene la combinazione di salti e il doppio Axel per l’azera

14.45: E’ il momento della azera Ekaterina Ryabova, che compirà 18 anni tra tre giorni, nata e domiciliata a Mosca dove si allena sotto la guida di Alexei Ryabov ed Ekaterina Bandurina. E’ stata 13ma all’ultimo Mondiale e sesta all’Europeo dello scorso anno. Si esibisce su Mambo Italiano interpretato da Sophia Loren.

14.44: la svizzera Alexia Paganini rischia di uscire dalla finale! E’ 13ma con un punteggio di 57.23 (28.13+29.10). Si qualifica la olandese Van Zundert e la svizzera deve sperare nelle disgrazie altrui per entrare nelle 24

14.41: Una prova non priva di errori per la svizzera Paganini che sbaglia il Rittberger (doppio invece di triplo) e rischia di essere molto lontana dalle migliori

14.39: La seconda a scendere sul ghiaccio del penultimo gruppo è la svizzera Alexia Paganini, 18 anni, nata a Greenwich in USA e abitante a Harrison sempre negli States. Si allena a Champery in Svizzera, sotto la guida di Stephane Lambiel. E’ stata 33ma all’ultimo mondiale disputato ma quarta lo scorso anno agli Europei. Si esibisce su Caught Out in the Rain di Beth Hart.

14.38: Ha fatto tutto bene la russa Elizaveta Tuktamysheva, che totalizza il punteggio di 78.86, vola al comando della classifica con 44.39+34.47. Prova da podio?

14.36: Buona la prova di Elizaveta Tuktamysheva: espressiva e solida

14.34: Bene i primi tre salti con la combinazione triplo Lutz-triplo Toeloop

14.33: Si apre il sesto gruppo con una delle grandi favorite per il podio, la russa Elizaveta Tuktamysheva, 24 anni, nata a Glazov ma di stanza a San Pietroburgo dove si allena sotto la guida di Alexei Mishin e Tatiana Prokofieva. E’ stata campionessa del Mondo ed Europea nel 2015, rientra proprio in questa stagione da allora ad altissimo livello. Si esibisce su Lovely di Billie Eilish e Khaled.

14.07: Ora la pausa per il rifacimento del ghiaccio. Tra un quarto d’ora si torna per le prove delle migliori 12 atlete

14.05: Questa la classifica quando mancano le migliori 12 del lotto:

1 Q Karen CHEN USA 74.40
2 Q Haein LEE KOR 68.94
3 Q Madeline SCHIZAS CAN 68.77
4 Q Loena HENDRICKX BEL 67.28
5 Q Olga MIKUTINA AUT 67.18
6 Q Jenni SAARINEN FIN 63.54
7 Q Josefin TALJEGARD SWE 61.58
8 Q Alexandra FEIGIN BUL 59.97
9 Q Alina URUSHADZE GEO 59.89
10 Q Eliska BREZINOVA CZE 58.81
11 Q Hongyi CHEN CHN 58.81
12 Q Natasha McKAY GBR 58.15

14.04: La australiana Cailani Craine totalizza un punteggio di 56.86 (30.24+26.62), resta davanti a Gutmann ma al momento è fuori dalla finale

14.01: Non particolarmente suggestiva, anzi un po’ inquietante, la versione tutta archi di Heart of glass che però non inficia la buona prova dell’australiana che porta a casa una prestazione di qualità

14.00: Bene sui salti e sulla combinazione con triplo Rittberger-doppio Toeloop

13.58: Si chiude il quinto gruppo con la australiana Cailani Craine, 23 anni, di Newcastle dove ai allena alternandosi con Los Angeles. E’ allenata da Tiffany Chin. E’ stata nel 2018 17ma sia alle Olimpiadi che ai Mondiali. Lo scorso anno è stata 12ma al Four Continents. Si esibisce su un classico anni ’80: Heart of Glass di Blondie

13.56: La bulgara Alexandra Feigin totalizza un punteggio di 59.97 (34.05+25.92) che significa ottavo posto e qualificazione alla finale

13.54: Discreta sui salti la bulgara Feigin, non particolarmente espressiva

13.52: Si riparte. Sul ghiaccio la bulgara Alexandra Feigin, 18 anni nata a Gerusalemme ma abitante a Sofia. Si allena tra Sofia e St. Moritz sotto la guida di Andrey Lutai e Ina Lutai. E’ stata 17ma sia all’ultimo Mondiale che all’Europeo dello scorso anno. Si esibisce su un mix tra la colonna sonora di Schindler’s List di John Williams e Horizons di Ashram.

13.47: Davvero sfortunata la pattinatrice francese che fatica ad appoggiare il piede

13.46: Noooooooooooooooo infortunio per Meite che è caduta sul triplo Toeloop

13.45: E’ il momento della Francia con Mae Berenice Meite, 27 anni, parigina, che si divide tra Parigi e Tampa dove è allenata da Silvia Fontana e John Zimmerman. E’ stata grande protagonista agli Europei con miglior risultato un quinto posto nel 2014, mentre lo scorso anno ha chiuso nona. Torna ai Mondiali dopo quattro anni. Come miglior risultato nella rassegna iridata vanta il decimo posto del 2015. Si esibisce su If I Ain’t Got You di Alicia Keys, arrangiata da Maxime Rodriguez.

13.44: Si è ritirata la rappresentante di Hong Kong Yi Christy Leung

13.43: La statunitense Karen Chen si issa al comando della classifica con un punteggio di 74.40 (40.88+33.52) che la fa volare al primo posto. Può essere un punteggio da primissime posizioni

13.41: Buona prova della statunitense Karen Chen che sarà in finale

13.40: Non perfetta ma sicuramente buona la qualità dei salti della statunitense che potrebbe guadagnare punti sull’interpretazione, forte anche della sua esperienza

13.38: E’ il momento della prima statunitense Karen Chen, 22 anni di Fremont. Si allena a Colorado Springs sotto la guida di Tammy Gambill. Rientra in scena al Mondiale dopo l’exploit che le regalò il quarto posto nel 2017. E’ stata settima lo scorso anno al Four Continents. Si esibisce su Rise di  Katy Perry.

13.36: Fuori dalla finale, ed è un risultato a sorpresa, la polacca Ekaterina Kurakova che totalizza 52.28 (26.80+26.48), si inserisce in 17ma posizione, Brezinova entra in finale, Gutmann resta 13ma, ancora lontana dalla qualificazione

13.33: Diversi problemi sui salti per la polacca Kurakova che cade sul triplo Lutz iniziale e non affronta al meglio il programma corto

13.30: Si apre il quinto gruppo con la polacca Ekaterina Kurakova, 19 anni, nata a Mosca e di stanza a Torun dove si allena per una parte dell’anno, poi l’altra parte è a Toronto in Canada sotto la guida di Lorenzo Magri. E’ stata decima lo scorso anno agli Europei e settima ai Mondiali junior. Si esibisce su un medley di Janet Jackson: Together Again, Strawberry Bounce, Nasty e Rhythm Nation

13.24: Si chiude qui il quarto gruppo. Tra poco, dopo il warm up le atlete del quinto gruppo e qui si inizia a lottare per le medaglie

13.23: La georgiana Alina Urushadze si inserisce al settimo posto con 59.89 (32.36+27.53) e fa scalare ulteriormente indietro l’azzurra Gutmann

13.21: Pochissime sbavature per la georgiana che conclude un paio di rotazioni al limite e potrebbe avere qualche penalizzazione dai giudici

13.18: Si chiude il quarto gruppo con la georgiana Alina Urushadze, 17 anni, nata a Riga ma abitante a Mosca dove si allena sotto la guida di Svetlana Sokolovskaia. E’ stata 15ma lo scorso anno al debutto europeo, è alla prima partecipazione al Mondiale. Si esibisce su Asturias di Isaac Albéniz.

13.16: La coreana quindicenne Haein Lee totalizza 68.94 (37.29+31.65) che significa primo posto provvisorio

13.14: E’ nata una stella? Bella prova della coreana Haein Lee: energica, in alcuni momenti forse pure troppo. Però bravissima la più giovane in gara

13.12: bene la combinazione triplo Lutz-triplo Toeloop

13.11: Penultima del quarto gruppo la coreana Haein Lee, 16 anni da compiere fra poche settimane, di stanza a Seul, dove si allena, seguita da Hea Sook Shin. E’ stata prima ottava e poi quinta all’ultimo Mondiale junior, è al debutto a livello senior, si esibisce su Ave Maria di Franz Schubert

13.10: Per Eliska Brezinova arrivano 58.81 punti (32.84 e 25.97), significa sesto posto a pari punti ma con punteggio più alto rispetto a Chen

13.07: Non impeccabile la prova della sorella di Michal Brezina, la ceca Eliska Brezinova che non ha completato alla perfezione tutti i componenti del programma. E’ a rischio taglio

13.05: Non perfetta la combinazione dei due tripli Toeloop

13.04: Tocca ora a Eliska Brezinova, della Repubblica Ceca, 25 anni da poco compiuti, di brno. Si allena tra Burim in Repubblica ceca e Irvine negli States, seguita da Rudolf Brezina,  Jozef Sabovcik e Misha Ge. E’ alla sesta partecipazione mondiale, è stata due volte 18ma. All’Europeo vanta un decimo posto nel 2019 come miglior risultato e lo scorso anno è stata 22ma. Si esibisce su Never Tear Us Apart di Bishop Briggs , Andrew Farriss, Michael Hutchence.

13.01: Prova discreta dell’ungherese Julia Lang che si inserisce alle spalle di Gutmann con 54.20 (28.43+35.77) che significa 12mo posto

12.59: Bene la combinazione triplo Flip-triplo Toeloop, non bene l’atterraggio del triplo Lutz

12.59: Sul ghiaccio ora l’ungherese Julia Lang, 17 anni, di Budapest dove si allena sotto la guida di Patrícia Pavuk e  András Rosnik. E’ stata 14ma al Mondiale Junior del 2019, debutta a livello senior. Si esibisce su And The Waltz Goes On di Anthony Hopkins interpretato da Andre Rieu.

12.57: La britannica Natasha McKay totalizza un punteggio di 58.15 (30.54+27.57) e si inserisce al settimo posto. Gutmann scala al decimo posto e ci sarà poco da fare per la qualificazione

12.55: Altra prova senza sbavature: molto bene Natasha McKay, che aveva un programma con livello difficoltà più basso rispetto a chi l’ha preceduta

12.53: Triplo Rittberger e doppio Toeloop bene in combinazione più triplo Salchow e doppio Axel bene per la britannica

12.52: E’ il momento della britannica Natasha McKay, 26 anni, scozzese di Dundee dove si allena sotto la guida di Simon Briggs e Debi Briggs. E’ stata 21ma ai Mondiali del 2019 e 23ma l’anno scorso agli Euroipei dove vanta anche un 20mo posto. Si esibisce su Song for the Little Sparrow di Abel Korzeniowski

12.51: Orrima prova per l’austriaca Olga Mikutina che totalizza 67.18 (38.58+28.60) e si insedia al terzo posto. Scala al nono posto Gutmann che ora farà tanta fatica a qualificarsi

12.49: Bel programma per l’austriaca Mikutina che non commette errori di sorta. Non particolarmente espressiva ma arriverà un punteggio alto

12.47: Bene sui salti la austriaca Mikutina

12.46: Scatta il quarto gruppo con l’austriaca Olga Mikutina, nata a Kharkiv in Ucraina ma trasferitasi a Feldkirch in Austria. Si allena tra la svizzera (Flims) e l’Austria ed è seguita da Elena Romanova. Vanta un 24mo posto all’Europeo dello scorso anno. Si esibisce su Sing, Sing del Trio Ladies

12.24: Pausa rifacimento ghiaccio. A tra poco

12.23: Questa la classifica provvisoria:

1 Madeline SCHIZAS CAN 68.77
2 Loena HENDRICKX BEL 67.28 36.62
3 Jenni SAARINEN FIN 63.54
4 Josefin TALJEGARD SWE 61.58
5 Hongyi CHEN CHN 58.81 30.66
6 Lindsay van ZUNDERT NED 57.72
7 Emily BAUSBACK CAN 55.74
8 Lara Naki GUTMANN ITA 55.64
9 Emmy MA TPE 55.63
10 Nelli IOFFE ISR 52.43

12.22: La svedese Josephine Taljegard sbriciola il personale con un punteggio di 61.598 (32.98+28.60) ed è al quarto posto, con l’azzurra Gutmann che scala all’ottavo posto. Per la qualificazione si fa sempre più difficile

12.19: Riesce a trovare una bella prova la svedese che ha interpretato bene il pezzo scelto

12.17: Qualche problema sui salti per la svedese che comunque azzecca una buona combinazione triplo toeloop, doppio toeloop

12.17: Si conclude il terzo gruppo con la svedese Josephine Taljegard, 26 anni ad agosto, di Moindal. Si allena a Goteborg sotto la guida di Maria Taljegard, Thomas Oberg e Malin Taljegard, è all’esordio internazionale e si esibisce su un medley tratto da Moulin Rouge: El Tango de Roxanne e Roxanne di Maga Zoltan

12.15: La canadese Emily Bausback si inserisce in sesta posizione con un punteggio di 55.74 (28.71+27.03): è davanti all’azzurra per Lara Naki Guttman che scala al settimo posto

12.13: Non una prova perfetta per Emily Bausback come la compagna che l’ha preceduta

12.10: Combinazione triplo toeloop e triplo flip un po’ sporcata nel finale e Rittberger non perfetto per la canadese

12.10: Penultima atleta del terzo gruppo è un’altra canadese Emily Bausback, 19 anni, di Vancouver. Si allena a Burneaby con la guida di Joanne McLeod. E’ stata 15m,a lo scorso al Four Continents, si esibisce su The One I Love di Ellen Kraus

12.08: Ottima prova per Madeline Schizas, che va al comando con un punteggio di 68.77 (38.48+30.29)

12.07: Prestazione senza sbavature per la canadese Schizas che può puntare davvero in alto. Precisa e determinata. Gran classe!

12.04: Prima atleta canadese in pista: è Madeline Schizas, 18 anni di Oakville. Si allena a Milton in Ontario sotto la guida di Nancy Lemaire e Derek Schmidt. E’ al debutto in una grande kermesse internazionale. Si esibisce su Stranger in Paradise interpretata da Sarah Brightman (basata sul Principe Igor di Alexander Borodin)

12.02: la belga Hendrickx, reduce da un serio infortunio, totalizza 67.28 punti (36.62 di technical elements e 31.66 di presentation) che significa primo posto provvisorio

12.01: Hendrickx conferma la sua classe, già dimostrata in passato, un solo errore per lei con la caduta sul triplo flip

11.59: Caduta sul triplo flip per la belga Hendrickx

11.58: Sul ghiaccio ora la belga Leona Hendrickx, 22 anni di Arendonck. Si allena ad Eindhoven, seguita da Carine Herrygers e Jorik Hendrickx. E’ stata grande protagonista nei Mondiali 2018, dove chiuse al nono posto e 2019 dove fu 12ma. Si esibisce su It’s All Coming Back To Me Now di Celine Dion.

11.56: Dasa Grm totalizza 47.76 (22.31+25.45) punti ed è ottava alle spalle di Gutmann

11.55: Errore sul doppio Axel e qualche sbavatura nella prestazione della slovena Grm, è mancata la combinazione

11.50: Dasa Grm, 30 anni fra un mese, di stanza a Celje, che è anche il suo luogo di nascita dove è allenata da Gregor Urbas e Anej Wagner. E’ alla sesta partecipazione al Mondiale dove si è piazzata per tre volte 18ma. E’ stata 17ma nel 2019 all’Europeo come miglior risultato. Si esibisce su So Close di Olafur Arnalds.

11:46 Sono entrate le pattinatrici del terzo gruppo: a questo giro assisteremo alle prove della slovena Dasa Grm, della belga Loena Hendrickx, delle due canadesi Madeline Schizas, Emily Bausback e della padrona di casa Josefin Taljegard.

11:44 Al termine del secondo gruppo a guidare la classifica con netto distacco è la finlandese Saarinen (63.54), seguita dalla cinese Chen (58.81) e dall’olandese van Zundert (57.72). Per ora quarto posto per Lara Naki Gutmann (55.64).

11:43 la finlandese Jenni Saarinen raggiunge in scioltezza la testa della classifica scavalcando quota 60! Per lei 63.54 (34.52, 29.02). Nuovo personal best.

11:41 A differenza di altre disastrose uscite la finlandese imbrocca la giornata giusta e snocciola elementi di salto di buona fattura come la combinazione triplo toeloop/triplo toeloop e il doppio axel; leggermente falloso invece il triplo salchow singolo.

11:38 L’ultima patinatrice del secondo gruppo è Jenni Saarinen che pattinerà su “Claire de lune” di Claude Debussy.

11:37 Come prevedibile la cinese Chen si piazza in testa alla classifica conquistando 58.81 (30.66, 28.15).

11:34 Si conclude senza sbavature di rilievo la performance della cinese: per lei triplo lutz/doppio toeloop, triplo flip e doppio axel. Significativa l’elevazione nei salti puntati. Buon pattinaggio nel complesso.

11:32 Ecco un’altra pattinatrice di buon livello: è la volta di Hongyi Chen (Cina): per lei un tema a noi molto caro, il tema d’amore de “Nuovo cinema paradiso”.

11:30 l’ucraina Anastasiia Arkhipova guadagna 45.07 (22.01, 24.06) e raggiunge il sesto posto.

11:28 Termina la prova dell’ucraina: per lei una caduta nel triplo toeloop, errore che compromette la combinazione, poi doppio axel e triplo salchow.

11:26 Adesso è il turno di Anastasiia Arkhipova (Ucraina), la sua musica per lo short sarà “Mean” di Elizaveta.

11:24 Sono 55.64 (29.67, 26.97) i punti di Lara. In questo momento l’azzurra si piazza in seconda posizione. Le porte per il programma libero sono ancora aperte.

11:22 Si conclude la performance dell’azzurra, certamente una delle migliori sul versante delle components, peccato per le sbavature. Siamo in attesa del punteggio. Pattinatrice cresciuta comunque a livello esponenziale.

11:21 PECCATO! Caduta nel triplo lutz, eseguito con le braccia alzate.

11:20 Si parte con la combinazione triplo toeloop/triplo toeloop, atterraggio leggermente difficile. Ottimo invece il doppio axel. Forza Lara.

11:19 CI SIAMO!!! Adesso sul ghiaccio Lara Naki Gutmann: l’atleta di Gabriele Minchio interpreterà l’elegante “The Sheltering Sky” di Ryuichi Sakamoto.

11:18 L’israeliana Nelli Ioffe raggiunge 52.43 (28.90, 23.53), punteggio che vale la terza posizione provvisoria.

11:16 Non eccezionale la qualità degli elementi di salto, comunque portati a casa, dell’israeliana: per lei triplo flip, triplo rittberger/doppio toeloop e doppio axel. Nessun problema nelle trottole. Nel complesso una buona prova.

11:12 Concluso il riscaldamento: è il turno di Nelli Iofe (Israele) che performerà su “Nos Souvenirs” da “Cats”. Subito dopo Lara Naki Gutmann.

11:06 Sono appena entrate le pattinatrici del secondo gruppo di lavoro, in ordine: l’israeliana Nelli Ioffe, la nostra azzurra Lara Naki Gutmann, l’ucraina Anastasiia Arkhipova, la cinese Hongyi Chen e la finlandese Jenni Saarinen.

10:53 Al termine del primo gruppo a condurre la gara è la sorprendente Van Zundert, che con 57.72 si giocherà l’ingresso al programma libero insieme a Emmy Ma, seconda con 55.63. Decisamente più indietro le altre pattinatrici come la lettone Kuchvalska, terza con 47.94 davanti alla cipriota Zingas, quarta con 43.20, e la lituana Kropa, quinta con 41.31.

10:50 Neanche il tempo di cominciare ed è già rifacimento del ghiaccio. Quindici minuti di pausa per noi.

10:48 La lituana Elzbieta Kropa riceve una valutazione di 41.31 (19.40, 21.91), per lei quinta posizione provvisoria.

10:47 Due sbavature non banali per la lituana: un arrivo non tenuto dal triplo toeloop non le consente di agganciare la combinazione, male anche il triplo lutz dal filo errato e con mano sul ghiaccio. Trottole mediocri, ok il doppio axel.

10:44 L’ultima pattinatrice del gruppo è Elzbieta Kropa (Lituania): “Feeling good” di Avicii la sua selezione musicale.

10:43 La lettone Angelina Kuchvalska si piazza al terzo posto provvisorio con 47.94 (24.52, 23.42).

10:41 Un po’ macchinosa la performance della lettone, audace nell’alzare l’asticella proponendo la combinazione triplo-triplo (con due tripli toeloop) sottoruotando il secondo e completando i salti con triplo salchow e doppio axel. Molto lenta nelle trottole, non benissimo la step sequence; apparsa un po’ fuori forma.

10:37 La quarta atleta è Angelina Kuchvalska (Lettonia) che pattinerà su “Hurt”, celebre brano di Christina Aguilera.

10:36 La cipriota Emilea Zingas raggiunge solo quota 43.20 (19.64, 23.56), per lei terza posizione provvisoria e sogno per qualificazione infranto.

10:34 Gara compromessa per la cipriota: al netto di una buona velocità, dopo il buon doppio axel iniziale l’atleta ha mandato a vuoto il lutz, praticamente non staccandolo, arrivando in modo molto problematico poi dal triplo flip. Due errori sanguinosi.

10:31 Ora è il turno di Emilea Zingas (Cipro): “Vivre” di Helene Segara la sua musica.

10:30 L’atleta dei Taipei Emmy Ma conquista 55.63 (29.93, 26.70) e si piazza al secondo posto provvisorio.

10:28 Si conclude la prova della rappresentante del Taipei che, dopo un inizio complicato dettato da una caduta nel primo elemento, il triplo flip (decisamente corto), ha recuperato in corsa atterrando in modo discreto il triplo lutz combinato con il doppio toeloop e il doppio axel. Rotazioni nei puntati da rivedere.

10:25 Adesso sul ghiaccio la pattinatrice Emmy Ma (Taipei) che si esibirà sulle note de “Mon coeur s’ouvre a ta voix” di Camille Saint Saens.

10:24 L’olandese Lindsay van Zundert parte benissimo e  raccoglie 57.72 (32.22, 25.50), per lei nuovo personal best.

10:22 Ottimo programma per l’olandese: bene la combinazione triplo rittberger/doppio loop, così come il triplo lutz e il doppio axel. Ok gli elementi di trottola. Pattinatrice interessante.

10:18 Finisce il primo warm up: ecco in pista la prima pattinatrice! Si tratta di Lindsay van Zundert (Olanda): per lei “Alegria” del Cirque du soleil.

10:10 Adesso ci siamo! Sono entrate le prime cinque atlete del primo gruppo. Nello specifico l’olandese Lindsay van Zundert, l’atleta del Taipei Emmy Ma, la cipriota Emilea Zingas, la lettone Angelina Kuchvalska e la lituana Elzbieta Kropa.

10:08 Ci siamo quasi. In questo momento la presentazione della giuria.

10:05 Ancora cinque minuti e si comincia!

9:57 Al vertice è previsto uno scontro interessante tra Anna Shcherbakova, Alexandra Trusova e Rika Kihira. Le outsider potrebbero essere la nipponica Kaori Sakamoto o la statunitense Bradie Tennell, senza dimenticare la terza forza russa, la veterana Elizaveta Tuktamyshva, già Campionessa del Mondo nel 2015.

9:52 Nel singolo femminile l’Italia sarà rappresentata dalla sola Lara Naki Gutmann, l’azzurra scenderà sul ghiaccio per settima nel secondo gruppo di lavoro. La sua performance è pianificata per le ore 11:18.

9:45 L’intera competizione si svolgerà a porte chiuse per motivi di sicurezza scaturiti dall’emergenza sanitaria. Si tratta della prima rassegna effettiva internazionale dell’intera stagione, organizzata tra tante polemiche considerato che sarà un evento valido per la qualifica Olimpica, decisamente precario viste le possibili defezioni dell’ultimo secondo a causa di possibili positività al Covid-19.

9:40 Mancano trenta minuti all’inizio della gara

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE dello short program del singolo femminile, gara di apertura della prima giornata dei Campionati Mondiali 2021 di pattinaggio artistico, in scena questo fine settimana a Stoccolma (Svezia), in una Ericsson Globe Arena rigorosamente a porte chiuse.

Sarà una gara apertissima e incerta fino all’ultimo elemento quella della specialità individuale femminile ai Campionati Mondiali 2021 di pattinaggio artistico, al via il 22 marzo presso l’Ericsson Globe Arena di Stoccolma (Svezia). Se fino alla scorsa stagione era infatti impossibile pensare a una non egemonia russa, quest’anno le cose sembrano essenzialmente (ed eccezionalmente) cambiate. In questa rassegna iridata non ci sarà Alena Kostornaia, pattinatrice che aveva stregato mezzo mondo conquistando tutti i titoli possibili nell’annata sportiva 2019-2020 che, nelle competizioni interne a cui ha partecipato, in questa stagione non ha mai brillato.

Ci saranno per la Russia Alexandra Trusova, atleta che, seppur con performance altalenanti e in alcuni casi problematiche, è riuscita a staccare il biglietto per la Svezia, Anna Shcherbakova, che lo scorso dicembre ha conquistato per il terzo anno consecutivo il titolo Nazionale e Elizaveta Tuktamysheva, terza forza russa in carica che ha vinto proprio il ballottaggio con la già citata Kostornaia. Del terremoto in casa Russia cercherà di approfittarne la nipponica Rika Kihira, transitata da meno di un anno in Svizzera alla corte di Stèphane Lambiel. Cercheranno di rientrare nella lotta per le prime posizioni infine anche le pattinatrici del Sol Levante Kaori Sakamoto e Satoko Miyahara, oltre che la statunitense Bradie Tennell e la sudcoreana Yelim Kim.

L’Italia sarà rappresentata da una sola atleta, Lara Naki Gutmann, all’esordio assoluto in una rassegna iridata. La pattinatrice seguita da Gabriele Minchio si è meritata ampiamente la convocazione dopo una stagione vissuta in Patria da assoluta protagonista; la trentina infatti, malgrado un infortunio alla caviglia, ha dominato tre gare su quattro, trionfando senza patemi sia nelle due tappe di qualificazione del Gran Premio Italia che ai Campionati Nazionali, conquistando il posto d’onore alle Finali del circuito interno cedendo il passo a Ginevra Negrello.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE dello short program del singolo femminile, gara di apertura della prima giornata dei Campionati Mondiali 2021 di pattinaggio artistico, minuto dopo minuto, elemento dopo elemento, per non perdere davvero nulla. Si comincia a partire dalle ore 10.10 con il primo gruppo di lavoro. Buon divertimento!

Foto Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Lara Naki Gutmann debutta ai Mondiali 2021 di Stoccolma. Riviviamo lo short

Pattinaggio artistico: Shcherbakova si impone nello short ai Mondiali 2021, sfuma la qualificazione per Gutmann