Giro di Catalogna 2021: Thomas De Gendt vince alla De Gendt a Barcellona. Trionfo Ineos nella generale con Adam Yates

Vittoria alla Thomas De Gendt per Thomas De Gendt nell’ultima tappa della centesima edizione del Giro di Catalogna. Il belga della Lotto Soudal si aggiudica la Barcellona (Montjuic)- Barcellona (Montjuic) alla sua maniera: attacco da lontano assieme ad un nutrito gruppo, per poi scattare e portarsi dietro un compagno di fuga, in questo caso Matej Mohoric (Bahrain-Victorious), e alla fine staccarlo sull’ultima salita per arrivare da solo al traguardo. Il podio è completato da Attila Valter (Groupama-FDJ). La classifica generale non cambia di una virgola: la Ineos rintuzza i pochi attacchi di giornata e si porta a casa tutti e tre i gradini del podio, con Adam Yates che precede Richie Porte di 45’’ e Geraint Thomas di 49’’.

Sin dalla partenza gli attacchi si susseguono: dopo un tentativo sul Coll de la Creu d’Ordal stoppato dal plotone per la presenza di alcuni elementi troppo pericolosi in classifica generale, primo fra tutti Wilco Kelderman (Bora-Hansgrohe) quinto a 1’03’’, la fuga di giornata parte attorno al quarantesimo chilometro. Il gruppetto, anzi il gruppone, comprende ben 32 unità e ottiene il benestare della Ineos-Grenadiers, visto che il migliore in classifica è Nicolas Edet (Cofidis) a quasi sette minuti.

Al primo passaggio nel circuito conclusivo è Thomas De Gendt ad accendere la miccia sull’Alt de Castell de Montujic; l’unico a tenere la ruota è Matej Mohoric, e i due prendono un vantaggio tale da arrivare fino al traguardo. Ogni volta che la strada va in discesa lo sloveno pare averne di più, ma sceglie di aspettare il compagno di fuga per non procedere da solo nei chilometri che lo separano dall’arrivo. Tutta pretattica per il belga della Lotto-Soudal, che sull’ultimo passaggio sul Montujic parte sparato e distanzia Mohoric, arrivando da solo sulla linea del traguardo.

Nel mentre, dietro c’è la corsa per la classifica che non vivrà troppi sussulti. La Movistar vuole il podio con Alejandro Valverde e tenta il tutto per tutto, mettendo alla frusta il gruppo principale e, di conseguenza il trittico della Ineos. Enric Mas lavora per tanti chilometri ma la squadra spagnola riesce soltanto a ridurre all’osso il gruppo principale, con i migliori di classifica, a parte Sepp Kuss, che rimangono tutti in linea di galleggiamento. Si aspetta un attacco di Valverde, che però non arriva: Geraint Thomas si mette a lavorare per impedire eventuali scatti, portando il gruppetto all’arrivo e salvando il podio completamente targato Ineos.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci di fondo, Federico Pellegrino e Francesca Franchi campioni d’Italia nelle gare long distance tl con partenza in linea

Moto3, risultato warm-up GP Qatar 2021: Darryn Binder il più veloce, Andrea Migno 2°