E3 Saxo Bank Classic Harelbeke 2021: Van Aert e van der Poel si sfidano nell’antipasto del Giro delle Fiandre

La E3 Saxo Bank Classic Harelbeke, la quale si terrà domani, tra tutte le semiclassiche fiamminghe è quella che più assomiglia al Giro delle Fiandre. E’ lecito, dunque, aspettarsi che a duellare per il trionfo saranno i due che, pochi mesi fa, si sono contesi la Ronde, vale a dire Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) e Wout Van Aert (Jumbo-Visma). Il neerlandese è all’esordio in questa gara, mentre il belga vi ha già partecipato nel 2019, quando fu secondo alle spalle del ceco Zdenek Stybar. Non sarà della partita, invece, il terzo moschettiere, Julian Alaphilippe, ma la sua Deceuninck-Quick Step schiera comunque una formazione altamente competitiva che può dare molto fastidio a tutti. Il Wolfpack, infatti, scende in campo con molteplici punte, dall’azzurro Davide Ballerini, già vincitore dell’Omloop Het Nieuwsblad, al francese Florian Senechal, passando per i belgi Yves Lampaert e Tim Declercq, per il danese Kasper Asgreen e per il già citato Stybar.

Tra gli outsider più pericolosi, non si può non citare il danese Mads Pedersen (Trek-Segafredo). L’ex campione del Mondo ha già vinto la Kuurne-Bruxelles-Kuurne e ha fatto vedere, più volte, di poter mettere tutti nel sacco grazie al suo mix di intelligenza tattica e spunto veloce. Oltretutto, al suo fianco avrà un certo Jasper Stuyven, fresco di vittoria alla Milano-Sanremo. Occhi puntati pure sul britannico Tom Pidcock (Ineos), il quale, nonostante la giovanissima età, ha mostrato di cavarsela egregiamente su queste strade. E’ in grande forma, inoltre, anche il tedesco Nils Politt (Bora-Hansgrohe), secondo classificato della Parigi-Roubaix 2019, che sarà il leader maximo della sua squadra dato che Peter Sagan sta affinando la condizione alla Volta a Catalunya.

Al via di questa E3 di Harelbeke troveremo anche colui che vinse l’edizione sopraccitata della Regina delle Classiche, vale a dire Philippe Gilbert (Lotto Soudal). Il vallone, però, non appare in grande forma e, forse, la punta più affidabile della Lotto potrebbe essere il tedesco John Degenkolb. Rimanendo in tema veterani belgi, ovviamente saranno tra i favoriti, per la gara di domani, anche Sep Vanmarcke (Israel-Start UP Nation), Tiesj Benoot (DSM) e la coppia della Ag2r composta da Greg Van Avermaet e Oliver Naesen. Meritano una menzione come outsider pericolosi, inoltre, anche il danese Soren Kragh Andersen (DSM), lo svizzero Stefan Kung (Groupama-FDJ), il lussemburghese Kevin Geniets (Groupama-FDJ) e l’australiano Michael Matthews (Bike Exchange).

Per quanto concerne gli italiani, invece, oltre al già citato Ballerini, dovrebbero essere competitivi, quantomeno per una top-10, Matteo Trentin (UAE Team Emirates), il quale dovrà dividere i gradi di capitano con il norvegese Alexander Kristoff, e Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), apparso in grande spolvero alla Milano-Sanremo. Sulla carta, però, la freccia migliore presente nella faretra del Bel Paese è Alberto Bettiol (EF Education-Nippo). Il toscano, due anni fa, arrivò al traguardo col gruppetto che si giocò la corsa e concluse quarto. Tuttavia, l’azzurro ha avuto una colite ulcerosa cronica di recente che lo ha debilitato parecchio e alla Classicissima ha palesato uno stato di forma ben lontano da quello della primavera del 2019. Viene difficile, dunque, immaginarlo competitivo.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Pospisil si scaglia contro Gaudenzi: “Mi ha urlato contro perché difendevo i giocatori”, poi le scuse

F1, Zak Brown prevede: “Max Verstappen e George Russell saranno in Mercedes l’anno prossimo”