Biathlon, Lukas Hofer quinto nella pursuit vinta da Fillon Maillet. Johannes Boe secondo, Laegreid quarto

Il biathlon ha visto proseguire la penultima tappa della Coppa del Mondo 2020-2021: a Nove Mesto II, in Repubblica Ceca, si è appena conclusa la 12.5 km pursuit maschile, che ha premiato ancora una volta il francese Quentin Fillon Maillet, già vincitore della sprint, primo in 25’57″2, nonostante un errore in ciascuna delle due serie a terra.

In seconda posizione chiude il norvegese Johannes Boe, staccato di 8″0, anch’egli gravato di due errori al tiro: la buona notizia sono gli undici punti guadagnati (54 contro 43) sul rivale diretto, il connazionale Sturla Holm Laegreid, quarto all’arrivo a 18″1, superato nella classifica al netto dei tre scarti ancora in essere per 7 punti (914 contro 907), mentre nella generale “lorda” la differenza resta di 25 punti, come in partenza, dal momento che oggi Boe perde ufficialmente 30 punti contro i 19 di Laegreid.

Nonostante la doppietta sprint-pursuit Fillon Maillet è aritmeticamente fuori dalla lotta per la generale, mentre per la Coppa di specialità sono ancora quattro gli atleti ancora in corsa: ai tre già citati va aggiunto il francese Emilien Jacquelin, oggi terzo all’arrivo, con un ritardo di 14″6. In quinta posizione si è piazzato Lukas Hofer, con un distacco di 23″4, che non è riuscito a bissare il podio della sprint, ma è arrivato ancora ad un passo dal giocarsi il bottino pieno, non riuscendoci a causa dei due errori distribuiti nelle due sessioni in piedi.

I cinque azzurri in gara si piazzano tutti nei 45: a punti anche Dominik Windisch, 29° a 2’55″6 (cinque errori), e Tommaso Giacomel, 30° a 2’57″3 (tre bersagli mancati), mentre non ce la fanno per un soffio Thomas Bormolini, 44° a 3’58″6 (quattro errori), e Didier Bionaz, 45° a 4’02″6 (due bersagli mancati).

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Parigi-Nizza 2021: Primoz Roglic a braccia alzate sul traguardo di La Colmiane. Lo sloveno ipoteca il successo

Biathlon, IBU Cup 2021: Anastasiia Goreeva vince la sprint a Obertilliach, Eleonora Fauner 34ma