Basket femminile: Reyer Venezia, terzo quarto d’autore per il pass verso la semifinale di Coppa Italia. Eliminata San Martino di Lupari

Vittoria nettissima dell’Umana Reyer Venezia nel primo quarto di finale della Coppa Italia 2021, in corso di svolgimento alla Segafredo Arena di Bologna. La squadra di coach Giampiero Ticchi supera, e non è certo una novità in stagione, quota 100 punti: il tabellone recita infatti 102-57, con le orogranata che hanno 23 punti da Natasha Howard e 21 da Gintare Petronyte, le due protagoniste del break decisivo. Il Fila dura due quarti, poi neanche i 12 di Marcella Filippi e Francesca Pasa bastano.

Il primo quarto inizia sul filo dell’equilibrio, tra il quintetto tradizionale della Reyer e la capacità di coach Abignente di dare spazio, sul fronte giallonero, anche a giocatrici molto giovani (come l’ala classe 2004 Arado). Sono Attura e Petronyte a lanciare il primo allungo di Venezia, ma il 17-9 non è preludio a una partita senza storia, perché il Fila comincia a tirare molto bene da tre: con Filippi e Tonello arriva il -2 (19-17). Ci pensano le italiane e Anderson a rimettere margine: dopo dieci minuti è 25-17.

A San Martino la palla gira bene non solo quando in campo c’è Jolene Anderson, ma anche con la gioventù di Pasa, classe 2000 che non ha paura di prendersi alcune penetrazioni più che valide. La Reyer, però, riesce sempre a mantenere le chiavi in mano all’interno della partita con Bestagno a far la voce grossa vicino a canestro e a rispondere, colpo su colpo, a Ciavarella. Sul 36-31 il nuovo assolo orogranata passa dalle esterne: Attura, Pan e Yvonne Anderson chiudono la prima metà di gara sul 45-33.

Alla ripartenza Venezia è ancor più incisiva in difesa, e in un paio di minuti piazza un 11-0 firmato Howard e Petronyte sul fronte opposto. Basta questo a far esplodere tutta la potenza offensiva delle leader del campionato, che esprimono una potenza di fuoco capace di produrre ben 34 punti in 10 minuti. Howard e Petronyte diventano inarrestabili vicino a canestro, con qualche puntata anche lontano: si entra negli ultimi 10 minuti sul 79-44.

Con la partita che non ha ormai più nulla da dire, Abignente decide di schierare le giovani, consentendo di mostrare le più che buone qualità di Arado e dando spazio anche alla 2003 Guarise. Il divario, nel frattempo, tocca quota 40 punti e li supera: finisce 102-57, e la Reyer attende ora Ragusa o Empoli, in campo domani.

UMANA REYER VENEZIA-FILA SAN MARTINO DI LUPARI 102-57 (25-17, 45-33, 79-44)

VENEZIA – Bestagno 14, Carangelo ne, Howard* 23, Pan 8, Natali 9, Y. Anderson* 8, Petronyte* 21, Meldere 2, Attura* 12, Penna 5. All. Ticchi

SAN MARTINO DI LUPARI – Anderson* 9, Guarise 2, Fietta ne, Filippi* 12, Tonello 6, Pasa* 12, Ciavarella 6, Nezaj, Giordano, Sulciute* 4, Arado 4. All. Abignente

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci di fondo, la staffetta italiana dalle farfalle nello stomaco alle macerie. Il sistema va rifondato, ma da chi?

Equitazione, Longines Global Champions League 2021: Kevin Staut il più veloce dopo la prima giornata, Emanuele Gaudiano il miglior italiano