Pattinaggio artistico: Gabriele Frangipani secondo dopo lo short alla Challenge Cup 2021, Conti-Macii eroici

Parte bene l’avventura azzurra alla Challenge Cup 2021, Trofeo internazionale di pattinaggio artistico in scena questo weekend alla De Uithof de L’Aia, in Olanda. Nella competitiva gara della specialità individuale maschile infatti Gabriele Frangipani si è piazzato al secondo posto dopo lo short program, misurandosi egregiamente in un contesto di alto livello.

L’atleta delle Fiamme Oro seguito da Lorenzo Magri, malgrado delle sbavature sia nel triplo axel che nella combinazione triplo lutz/triplo toeloop (quest’ultimo chiamato sottoruotato), ha ottenuto il miglior punteggio tecnico atterrando un ottimo quadruplo toeloop ed eseguendo al meglio le tre trottole pianificate, chiamate tutte di livello 4, e la serie di passi, premiata con un grado di esecuzione elevato. Grazie a questi fattori il nativo di Pisa ha guadagnato 81.04 (43.37, 37.67), superando di misura il francese Roman Ponsart, al momento terzo con 81.03 (43.11, 38.92) dopo una prestazione viziata da una caduta nel quadruplo toeloop. Delude il georgiano Morisi Kvitelashvili, attualmente sesto con 69.94 (35.28, 36.66) a causa di due cadute nel triplo salchow e nel triplo axel (degradato).

A piazzarsi al comando della classifica con 84.99 (42.23, 42.76) è stato come da pronostico il russo Mikhail Kolyada, il quale nonostante un axel andato a vuoto e dunque chiamato invalido ha preso il largo grazie al dominio nelle componenti del programma e a una prova impreziosita dalla combinazione di qualità quadruplo toeloop/triplo toeloop e dal triplo lutz singolo.

Nelle coppie dominio assoluto di Evgenia Tarasova-Vladimir Morozov, anche in questa occasione autori di un programma senza sbavature da 79.64 (43.32, 37.32) ornato da un sontuoso triplo twist, di livello 4 come il resto degli elementi, tra cui spiccano il sollevamento del gruppo 3, la serie di passi e la spirale. Bene anche la trottola side by side e il triplo rittberger lanciato. A distanza siderale hanno occupato il secondo posto il tedeschi Annika Hocke-Robert Kunkel che, con 60.75 (32.27, 28.48), sono riusciti a regolare senza patemi gli ungheresi Ioulia Chtchetinina-Màrk Magyar, terzi con 58.31 (31.63, 26.68).

Rocambolesco lo short di Sara Conti-Niccolò Macii, i quali sono stati davvero forti a riprendersi dopo una bruttissima caduta nel doppio twist iniziale. Gli atleti stanziati all’IceLab, con grande carattere, hanno dunque portato a termine quanto pianificato centrando, malgrado sette punti di detrazione, il settimo posto con 49.28 (30.20, 26.08), lasciando aperta la strada per tentare nel libero una più che possibile (e meritata) rimonta. La missione, nonostante tutto, è compiuta. I nostri ragazzi hanno raggiunto il punteggio minimo per poter competere ai Mondiali di Stoccolma, dove potranno essere della partita come sostituti in caso di forfait di Della Monica-Guarise o Ghilardi-Ambrosini.

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Mikhall KOLYADA RUS 84.99 1
2 Gabriele FRANGIPANI ITA 81.04 2
3 Romain PONSART FRA 81.03 3
4 Adam SIAO HIM FA FRA 79.49 4
5 Burak DEMIRBOGA TUR 71.97 5
6 Morisi KVITELASHVILI GEO 69.94 6
7 Tomas Llorenc GUARINO ESP 69.70 7
8 Basar OKTAR TUR 69.66 8
9 Georgii RESHTENKO CZE 64.91 9
10 Luc MAIERHOFER AUT 62.98 10
11 Donovan CARRILLO SUAZO MEX 61.45 11
12 Jari KESSLER CRO 61.15 12
13 András CSERNOCH HUN 59.40 13
14 Mate BOROCZ HUN 59.32 14
15 Kornel WITKOWSKI POL 53.42 15
16 Aleix GABARA ESP 53.23 16
17 Arnau JOLY ESP 52.11 17

CLASSIFICA SHORT PROGRAM COPPIE D’ARTISTICO

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Evgenya TARASOVA / Vladimir MOROZOV RUS 79.64 1
2 Annika HOCKE / Robert KUNKEL GER 60.75 2
3 Iouila CHTCHETININA / Márk MAGYAR HUN 58.31 3
4 Coline KERIVEN / Noel Antoine PIERRE FRA 58.01 4
5 Elizavets ZHUK / Martin BIDAR CZE 54.13 5
6 Nika OSIPOVA / Dmitry EPSTEIN NED 52.44 6
7 Sara CONTI / Niccolo MACII ITA 49.28 7
8 Daria DANILOVA / Michel TSIBA NED 48.87 8
9 Dorota BRODA / Pedro BETEGON ESP 47.62 9
10 Greta CRAFOORD / John CRAFOORD SWE 46.17 10
11 Alexandra HERBRIKOVÁ / Nicolas ROULET SUI 34.15 11

Foto: Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tiro a volo, Coppa del Mondo Il Cairo: nel Mixed Team di skeet fanno festa i russi Zemlin/Fazylzyanova

Omloop Het Nieuwsblad 2021, le pagelle: Ballerini dieci e lode! Bocciato il vincitore uscente Stuyven