NASCAR Xfinity Series, Ty Gibbs vince all’esordio a Daytona!

Sotto i riflettori del Daytona International Speedway brilla la Toyota #54 di Ty Gibbs. Il 18enne, all’esordio assoluto nella categoria, conquista una pesantissima affermazione per la sua carriera al termine di una corsa serratissima. Gibbs, nipote di Joe Gibbs, padrone dell’omonima squadra, è il sesto pilota della storia della NASCAR Xfinity Series a vincere da rookie.

Lo sfida nello Stato della Florida è iniziata sotto il controllo di Austin Cindric. Il pilota Ford ha cercato di fuggire nei primi passaggi, ma ha da subito dovuto fronteggiare A. J. Allmendinger #16. L’alfiere di Kaulig Racing (Chevrolet) ha beffato il rivale intorno a metà Stage e sembrava diretto verso il successo fino a pochi metri dal primo ‘traguardo volante’.

L’ex protagonista della Cup Series, a segno una volta in carriera a Watkins Glen nel 2014, è stato spinto nell’erba da Cindric che intenzionalmente gli ha tolto la possibilità di conquistare il primo ‘Playoffs point’ della giornata. Il contatto ha danneggiato entrambe le vetture, costrette a delle importanti riparazioni in corsia dei box durante la caution che segue ogni Stage. Nell’incidente è rimasto coinvolto anche Riley Herbst #98 (Haas), finito nell’erba dopo aver cercato in tutti i modi la Chevy Camaro #16.

La seconda fase dell’evento, con i due protagonisti costretti ad inseguire, ha visto primeggiare l’esordiente Ty Gibbs #54. Il nipote di Joe Gibbs Racing ha imposto il suo passo nella Stage 2, vinta con destrezza davanti al teammate Harrison Burton #20.

L’ultima fase è stata senza dubbio la più emozionante. Dopo una grandissima lotta tra Cindric, in rimonta, Gibbs e Daniel Hemric (Gibbs #18). Ad avere la meglio è stato il #22 di casa Penske che, grazie all’esperienza, ha preso il comando ed ha provato ad allungare sulla concorrenza. La fuga della Mustang di Penske è stata fermata da una caution a tre passaggi dalla fine, fatto che ha protratto la corsa all’overtime. Il prolungamento della competizione ha visto un primo restart, finito con una nuova Safety Car in seguito ad una carambola nelle prime insidiose curve della pista di Daytona.

Il secondo tentativo ha premiato Ty Gibbs che, con una bellissima mossa all’International Horseshoem, ha strappato a Jeb Burton (Kaulig #10) il successo nel secondo overtime. Austin Cindric ha cercato in tutti i modi di riprendere il rivale di casa Toyota, ma non c’è stato nulla da fare. Terzo posto per Daniel Hemric davanti a Brandon Jones ed a Jeb Burton, crollato nel finale.

Appuntamento settimana prossima all’Homestead-Miami Speedway.

Classifica finale Daytona road course

  1. Ty Gibbs (Toyota)
  2. Austin Cindric (Ford)
  3. Daniel Hemric (Chevrolet)
  4. Brandon Jones (Toyota)
  5. Jeb Burton (Chevrolet)

 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Christian Horner: “La scelta di Sergio Perez è stata difficile ma ponderata, Albon rimarrà parte del team”

F1, la Red Bull si prepara per un filming day a Silverstone