NASCAR Xfinity Series, Myatt Snider svetta a Miami

Myatt Snider, pilota #2 del Richard Childress Racing vince la terza tappa della NASCAR Xfinity Series, in scena sotto i riflettori del magico Homestead-Miami Speedway. Per la seconda volta in sette giorni, la ‘F2 della seguitissima serie statunitense regala ad un pilota la prima affermazione in carriera.

Il terzo evento del campionato si è aperto con una caotica Stage. Austin Cindric (Penske #22) ha iniziato la gara al comando prima di cedere il passo, dopo la prima caution, a Noah Gragson (JR Motorsport #9) ed a Ty Dillon (Gibbs #54). Questi due si sono contesi la vetta prima dell’arrivo di AJ Allmendinger #16 e Justin Haley #11. I due alfieri di casa Kaulig hanno dato vita ad un bel duello per il successo nella prima Stage, vinta da Allmendinger.

Due fasi ben distinte hanno segnato il secondo segmento. La Camaro #16 di casa Kaulig ha dominato la scena fino a 10 giri dalla conclusione della Stage quando, un problema alla Supra #20 di Harrison Burton (Gibbs), ha chiamato in causa la terza caution di giornata. Tra i grandi, l’unico a pittare è stato Austin Cindric che, al restart, ha sorpassato più di 20 auto in 6 giri, una performance che gli ha permesso di mettere in bacheca il secondo ‘Playoffs point’ del week-end.

Gli ultimi passaggi all’interno del meraviglioso ovale che sorge nello Stato della Florida hanno visto il dominio di Noah Gragson. Il #9 di JR Motorsport è salito in cattedra nell’ultimo terzo imponendo un ritmo incredibile sulla concorrenza. L’alfiere di casa Chevrolet, sconfitto nelle due sfide del 2020 di Miami, ha dovuto resistere nel finale ai repentini attacchi di Brett Moffitt (Our Motorsports #2). Quest’ultimo ha alzato bandier bianca a nove giri dalla fine in seguito ad una toccata contro il muro di curva 3-4.

Il colpo di scena arriva a tre giri dalla fine quando, Noah Gragson finisce per colpire la Camaro #13, auto che procedeva lentamente sul tracciato dopo aver colpito il muro di protezione. Per la terza volta consecutiva in due anni, il #9 del gruppo guida la corsa per più giri, ma non è in grado,  di mettere in bacheca il successo.

Il terzo atto del campionato si è deciso all’overtime, il prolungamento della corsa in caso di incidente negli ultimi passaggi. Al restart, Myatt Snider (Richard Childress Racing #2) ha gestito la pressione ed è riuscito ad imporsi per pochissimi metri sul teammate Tyler Reddick #23 e su Brandon Jones (Gibbs #20).

Appuntamento settimana prossima a Las Vegas (Nevada).

Classifica finale NASCAR Xfinity Series Homestead-Miami

  1. Myatt Snider (Chevrolet)
  2. Tyler Reddick (Chevrolet)
  3. Brandon Jones (Toyota)
  4. Daniel Hemric (Toyota)
  5. Jeb Burton (Chevrolet)

 

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, Collin Morikawa vola al comando del WGC- Workday Championship at The Concession ad un round dal termine

Sci di fondo, team sprint femminile Mondiali Oberstdorf 2021. Svezia favoritissima per il successo