NASCAR Truck Series, Ben Rhodes concede il bis a Daytona

Ben Rhodes replica il successo di settimana scorsa e vince la seconda prova della NASCAR Truck Series 2021, in pista nel road course di Daytona. Il #99 di casa Toyota firma la prima affermazione nel circuito interno del famoso catino statunitense, la sesta in carriera.  Con la vittoria odierna, Toyota firma la 200^  vittoria nella ‘F3’ della seguitissima serie statunitense.

Sotto i riflettori del famoso catino che sorge nello stato della Florida, la competizione si è aperta sotto il controllo di John Hunter Nemechek #4. Il nuovo acquisto di Toyota ha sfruttato la sua abilità sugli stradali e sul bagnato per balzare al comando dai primi metri della prova davanti a Sheldon Creed (GMS Racing #2) e Ben Rhodes (ThorSport Racing #99). Nonostante una caution, inserita a cinque giri dalla conclusione della Stage 1, il pilota del Kyle Busch Motorsport ha firmato il successo nel primo traguardo volante di giornata.

La pista si è asciugata velocemente e dopo la conclusione del primo segmento molti team hanno optato per montare le gomme slick. Al comando, invece, Nemechek non ha pittato, scelta non condivisa dai diretti inseguitori che hanno preferito un nuovo treno di gomme rain.

 La Stage 2 si è aperta con l’ottimo spunto da parte di Creed. Il campione in carica della serie ha approfittato delle gomme più fresche per beffare senza tanti problemi il #4 del gruppo. Quest’ultimo ha subito intorno alla metà della frazione il ritorno ed il sorpasso di Zane Smith #21 e Raphaël Lessard #24, entrambi alfieri del GMS Racing. Un problema alla pressione dell’olio ha tolto dalle prime posizioni Nemechek a due giri dalla conclusione della Stage, un problema che ha innescato una caution ed ha regalato a Lessard il successo nel secondo ‘traguardo volante’. Molti piloti, vedendo le difficoltà della Toyota #4 di Nemechek, hanno deciso di fermarsi in pit lane ed anticipare la seconda sosta di giornata, una strategia non copiata da Lessard, Kaz Grala #2 e Zane Smith, rispettivamente primo, secondo e terzo dopo 24 dei 44 giri previsti.

Gli ultimi passaggi nel ‘World Center of Racing’ hanno visto una lotta a tre per il successo. Creed non ha avuto rivali per gran parte della stage prima del ritorno di Riley Herbst e Ben Rhodes. Alcune Safety Car hanno protratto l’evento all’overtime, gli ultimi due giri extra che determinano il vincitore. Alla ripartenza lo spettacolo non è mancato con Rhodes che ha preso il controllo della situazione e sembrava pronto a fuggire verso il successo. Il #99 di casa Toyota era pronto ad iniziare l’ultimo giro, ma una nuova caution ha rimescolato le carte.

Il procedimento dell’overtime, come da regolamento in caso di un nuovo incidente durante il primo dei due giri, è stato rifatto e la situazione al comando è cambiata. Ad approfittarne è stato Nemechek che, dopo i problemi della Stage 2, ha saputo restare nel giro del leader e risalire tutto il gruppo. Il #4, terzo alla ripartenza del secondo overtime, ha preso subito la seconda piazza beffando Creed alla prima staccata. Un nuovo crash ha neutralizzato la prova per la nona volta e rimandato di altri due passaggi la conclusione dell’evento.

Nell’ultimo restart non c’è stata storia. Rhodes ha gestito il ritorno di Creed che ha cercato in tutti i modi di infilare il rivale. Terzo posto per Nemechek davanti a Todd Gilliland #38 ed Herbst.

Appuntamento tra due settimane a Las Vegas (Nevada) per la terza prova della stagione.

Classifica finale Daytona road course

  1. Ben Rhodes (Toyota)
  2. Sheldon Creed (Chevrolet)
  3. John Hunter Nemechek (Toyota)
  4. Todd Gilliland (Ford)
  5. Riley Herbst (Ford)

 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

MotoGP, il 1° marzo svelate le moto del Team Yamaha Petronas di Valentino Rossi e Franco Morbidelli

MotoGP, team LCR Honda Idemitsu presenta Takaaki Nakagami