Calcio, Barak risponde a Cristiano Ronaldo: la Juventus fermata dal Verona al Bentegodi

Antonín Barak risponde a Cristiano Ronaldo: è questo l’esito del match dello stadio “Marc’Antonio Bentegodi” tra Verona e Juventus valido per il 24° turno del campionato di calcio di Serie A 2020-2021. La squadra di Andrea Pirlo non va oltre l’1-1 contro la formazione scaligera allenata da Ivan Juric e la distanza in classifica generale dal Milan e dall’Inter potrebbe ampliarsi. Ottima partenza dei bianconeri, pericolosi con il gallese Aaron Ramsey e l’olandese Matthijs de Ligt, ma è l’Hellas ad avere l’occasione più importante con Faraoni che colpisce la traversa. La Vecchia Signora sblocca il punteggio grazie a CR7, lanciato da Federico Chiesa, ma poi al 77′ arriva la realizzazione gialloblu valsa il pari. Nel finale gli uomini di Juric vanno vicini al colpaccio con la traversa colpita da Lazovic.

PRIMO TEMPO – Pirlo deve fare i conti con le assenze e punta su un 3-5-2: Szczesny; Demiral, de Ligt, Alex Sandro; Chiesa, Bentancur, Rabiot, Ramsey, Bernardeschi; Kulusevski, Cristiano Ronaldo. L’Hellas risponde con un 3-4-2-1: Silvestri; Magnani, Günter, Lovato; Faraoni, Sturaro, Ilic, Dimarco; Barak, Zaccagni; Lasagna. La Juve parte forte e Ramsey e de Ligt fanno tremare i padroni di casa. Al 7′ però è il palo della Juve a tremare sul colpo di resta di Faraoni a botta sicura. Cristiano Ronaldo e Chiesa sono i tra più attivi tra le fila bianconere, ma manca la dovuta precisione in zona gol e tante conclusioni non trovano lo specchio della porta. In buona sostanza la prima frazione, al di là dei fuochi d’artificio iniziali, non regala troppo.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il fuoriclasse portoghese dopo 4′ sblocca il punteggio: grande azione di Chiesa, che effettua un grande taglio, punta Dimarco e serve sul secondo palo uno splendido pallone per CR7 che libera un destro che Silvestri può solo toccare non evitando la capitolazione. Il Verona spinge e soprattutto sugli esterni crea delle difficoltà alla compagine bianconera. Al 77′, proprio da un cross dalla sinistra di Lazovic, arriva il gol del pareggio di Barak, con Alex Sandro che si perde la marcatura dell’ex giocatore di Udinese e di Lecce. Un’azione, c’è da dire, nata da una brutta palla persa da Demiral. Hellas che poi va vicino al clamoroso raddoppio all’85’: Lazovic punta la difesa avversaria e lasciare partire un destro su cui è bravissimo Szczesny che con l’aiuto della traversa salva la porta juventina. Non accade più nulla e la partita termina sull’1-1.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Hockey pista, Coppa Italia 2021: Lodi e Follonica accedono alla Final 4. Eliminate Bassano e Valdagno

Salto con gli sci: Italia, addio Mondiali. L’intero gruppo nazionale torna in patria dopo il caso Covid-19 di Jessica Malsiner