Volley femminile, Olimpiadi Tokyo 2021: le possibili convocate dell’Italia. Mazzanti punterà sul gruppo collaudato?

Un anno in più potrebbe aver fatto bene all’Italia che vuole essere grande protagonista, da vice campione mondiale in carica, alle Olimpiadi di Tokyo 2021. La nostra Nazionale di volley femminile si presenterà in Giappone con l’obiettivo di lottare per quella medaglia mai vinta nella storia: in tutti i precedenti tentativi ci si è spinti massimo ai quarti di finale. Le azzurre si sono qualificate alla rassegna a cinque cerchi vincendo il torneo di Catania andato in scena ad agosto del 2019, il successo schiacciante contro l’Olanda ha consegnato il pass a Paola Egonu e compagne che nel Sol Levante partiranno tra le grandi squadre favorite per il successo visti anche gli eccellenti risultati recenti (argento ai Mondiali 2018, bronzo agli Europei 2019).

Il CT Davide Mazzanti, dalla panchina di Perugia, sta ovviamente pensando alle convocazioni per le Olimpiadi 2021, mancano ancora sette mesi all’evento più importante del quadriennio che andrà in scena dal 21 luglio all’8 agosto ma è proprio durante questo periodo che bisogna iniziare a sfoltire le possibili opzioni in base alle prestazioni offerte dalle giocatrici in campionato. Ci sono tantissime certezze ma non mancano le possibili novità e alcuni ballottaggi per i 12 posti a disposizione (si dovrebbe optare per una distribuzione classica con 2 palleggiatrici, 2 opposti, 4 schiacciatrici, 3 centrali, 1 libero). Diamo uno sguardo ai possibili convocati dell’Italia di volley femminile per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

CERTEZZE:

Paola Egonu è indubbiamente il volto simbolo dell’Italia, stiamo parlando di una delle migliori giocatrici al mondo che ha più volte dimostrato tutto il suo immenso potenziale e una classe fuori dal comune. L’opposto garantisce vagonate di punti, attacchi fulminanti, è cresciuta in termini di precisione negli ultimi mesi grazie alla guida nel club di Santarelli. 

L’altra certezza è la schiacciatrice Miriam Sylla che attualmente non sta attraversando un buon momento a Conegliano e ha qualche problemino fisico ma sicuramente recupererà e dirà la sua in attacco con la sua proverbiale grinta, senza dimenticarsi che è anche cresciuta in fase di ricezione. Irrinunciabile poi il libero Monica De Gennaro, una giocatrice dal cuore infinito e dalla tecnica cristallina, in grado di salvare qualsiasi cosa e che in più circostanze è riuscita a mettere in piazza: una sicurezza per tutto il gruppo a cui aggrapparsi senza alcun timore. La capitana sarà ancora Cristina Chirichella, granitica centrale che superati i problemi fisici che hanno caratterizzato la prima parte del campionato, sta tornando in grande forma.

BALLOTTAGGI E NOVITÀ:

La palleggiatrice titolare, fino a prova contraria, è Ofelia Malinov a cui con ogni probabilità sarà consegnata la cabina di regia: la palleggiatrice di Scandicci è ormai una garanzia nel ruolo e ha i giusti tempi con tutte le compagne di squadra visto che è stabilmente nel ruolo da un paio di stagioni. Negli ultimi tempi, però, a minacciarla c’è la crescita di Alessia Orro a cui non sembra essere pesato il trasferimento estivo da Busto a Monza, dove sta disputando un buon campionato. Anche Carlotta Cambi potrebbe essere papabile per un posto in azzurro ma l’alzatrice di Firenze sembra partire un passo indietro rispetto alle due colleghe di reparto.

Nel ruolo di schiacciatrice pare scontato il ritorno in azzurro di Elena Pietrini, le cui potenzialità sono altissime. Sembra dietro le spalle lo screzio con Mazzanti legato alla rinuncia all’Europeo 2019. Per il terzo e quarto posto da schiacciatrice la volata è aperta. L’impressione è che, al momento, Caterina Bosetti sia un passo avanti rispetto alle rivali, grazie ad una stagione al limite della perfezione e forse alle sue spalle c’è proprio la sorella Lucia Bosetti, a cui Mazzanti non vuole rinunciare, nonostante quest’anno trovi meno spazio con la maglia di Scandicci. Le alternative potrebbero chiamarsi Anastasia Guerra, Alessia Gennari o Sara Loda, che stanno tutte disputando una buonissima stagione

Per il secondo opposto è volata aperta tra Indre Sorokaite, che gioca in Giappone, Sylvia Nwakalor e Camilla Mingardi che stanno disputando un’ottima stagione. Ballottaggio al centro tra Anna Danesi, Sarah Fahr (sorprendente a Conegliano), Raphaela Folie e Marina Lubian: i posti sull’aereo per il Giappone sono solo due, visto che Chirichella non mancherà all’appello.

Foto Cev

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Paralimpiadi Tokyo 2021, Andrew Parsons è fiducioso: “Ce la faremo, saranno dei Giochi grandiosi”

Atp Antalya 2021 senza copertura tv: cosa è successo in Turchia. Ma lo streaming…