Skicross, fantastico 4° posto di Simone Deromedis! Reece Howden e Alizee Baron vincono in Coppa del Mondo a Idre Fjall

Si è appena conclusa la gara di skicross di Coppa del Mondo a Idre Fjall (Svezia). In campo maschile ha trionfato il canadese Reece Howden che ha superato nel finale lo svizzero Jonas Lenherr, a chiudere il podio il tedesco Niklas Bachsleitner. In casa Italia ottima prestazione di Simone Deromedis che ha chiuso al 4° posto, di gran lunga il miglior piazzamento in carriera per questo ragazzo di 20 anni.

Si è conclusa agli ottavi di finale l’avventura dell’altro azzurro Edoardo Zorzi. Deromedis ha disputato una buona gara nella big final tanto che all’ultimo intermedio è passato in terza piazza ma è stato beffato nel finale dal teutonico Niklas Bachsleitner.

In campo femminile doppietta transalpina con Alizee Baron e Marielle Berger Sabbatel in prima e seconda piazza. Alle loro spalle delle francesi si è piazzata l’elvetica Fanny Smith. Si è conclusa ai quarti di finale l’avventura dell’azzurra Lucrezia Fantelli.

L’Italia può comunque sorridere per aver trovato un ragazzo di sicuro talento come Deromedis, su cui si può costruire un futuro importante in questa disciplina. L’ultima top5 di un azzurro risaliva al 2016, quando Siegmar Klotz fu quinto a Innichen.

Foto: shutterstock

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tom Dumoulin si prende una pausa dal ciclismo. “Mi sono tolto un peso, devo pensare alla famiglia”

Sci di fondo: a Lahti Iversen batte Roethe, poker Norvegia al ritorno in Coppa del Mondo. Bolshunov cade ed è quinto