Prada Cup, tutti i numeri di Luna Rossa nel Round Robin. Ottima percentuale di partenze vinte, ma in poppa…

Il Round Robin della Prada Cup 2021 è ormai andato definitivamente in archivio sabato scorso per Luna Rossa con la terza e decisiva sconfitta contro Ineos Team UK, che ha regalato ai britannici la certezza aritmetica del primo posto del girone e soprattutto il pass per la finale della manifestazione. Max Sirena e compagni dovranno invece cominciare il percorso nel tabellone a eliminazione diretta già a partire da venerdì 29 gennaio con la serie di semifinale al meglio delle sette regate (chi ne vince quattro, passa il turno) contro gli statunitensi di American Magic.

Il team italiano ha concluso in seconda posizione la fase a gironi con un bilancio di 3/3, contando anche l’effimero successo ai danni di Patriot nell’ultima regata ‘fantasma’, aggiudicandosi il 100% degli scontri diretti con American Magic e perdendo tutti e tre i match disputati con Ineos. Se prendiamo in considerazione anche il doppio Round Robin dicembrino delle World Series (in cui era presente anche New Zealand), il record complessivo di Luna Rossa si attesta sempre sul 50% di vittorie per un 6/6 totale nelle regate ufficiali di gara effettuate sinora nella baia di Auckland.

Analizzando le statistiche più rilevanti del cammino italiano in questa Prada Cup 2021, spicca sicuramente la percentuale di partenze vinte da parte dei timonieri James Spithill e Francesco Bruni contro Ben Ainslie (Ineos) e Dean Barker (American Magic). Tralasciando chiaramente l’ultima ‘ghost race’, va comunque rimarcata la striscia ancora aperta di cinque vittorie consecutive allo start (inclusa quella della regata annullata con gli inglesi nel day-3) da parte della barca sponsorizzata da Prada e Pirelli, dopo aver perso la partenza contro Britannia nel match inaugurale della competizione.

Molto interessanti anche i dati relativi all’ultimo e decisivo confronto con Ineos, che ha spento le residue chance di primo posto nel girone della formazione nostrana. Luna Rossa, arrivata al traguardo con 33″ di ritardo dopo ben nove avvicendamenti in testa alla regata, si è rivelata più lenta dell’AC75 inglese sia in termini di velocità media (32.89 nodi contro 33.29 in bolina, 38.93 contro 42.37 in poppa) che dal punto di vista del picco massimo di velocità raggiunta (49.35 nodi contro 50.29). Questi numeri vanno però contestualizzati: Spithill e Bruni hanno infatti optato per una tattica differente dalla coppia Ainslie-Scott, percorrendo ben 566 metri in meno rispetto all’imbarcazione inglese.

Foto: Press Luna Rossa

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Kobe Bryant, un anno dopo. Il segno nel tempo della leggenda del basket

Tennis, Alexander Zverev sulle accuse di violenza: “Non c’è nulla di vero e non ne parlo più”