Pallanuoto femminile, Preolimpico 2021: cosa succede in caso di arrivo a pari punti nel girone. Il regolamento

Da domani, martedì 19 gennaio, Trieste sarà la sede del Preolimpico femminile di pallanuoto: si giocherà infatti fino a domenica 24 gennaio 2021. Assieme alle convocazioni dell’Italia è stato diramato anche il calendario con gli orari definitivi: saranno messi in palio due posti per Tokyo. Dopo la prima fase a gironi, tutte le squadre passeranno alla fase ad eliminazione diretta. Il Girone A comprende Italia, Paesi Bassi, Francia e Slovacchia: le azzurre affronteranno nell’ordine Francia (il 19 alle 18), Paesi Bassi (il 20 alle 18) e Slovacchia (il 21 alle 18). Nel Girone B, invece, ci saranno Grecia, Ungheria, Israele e Kazakistan.

Venerdì 22 gennaio si giocheranno i quarti di finale (determinati dalla classifica della prima fase, che avrà il solo obiettivo dunque di formare il tabellone ad eliminazione diretta, con l’Italia che giocherà in ogni caso alle 18), mentre si disputeranno sabato 23 le semifinali (nel caso in cui l’Italia dovesse essere protagonista di un match con assegnazione di uno dei due pass olimpici giocherebbe alle ore 20.00), infine si terranno domenica 24 le finali (che saranno totalmente ininfluenti, ed in questo caso non è stato reso noto l’orario di gioco dell’Italia, ma la RAI trasmetterà l’incontro per il 1° posto qualora giocasse il Setterosa).

REGOLAMENTO PREOLIMPICO FEMMINILE

Nella prima fase a gironi sarà la classifica a determinare gli accoppiamenti dei seguenti quarti di finale. Andiamo a scoprire quali sono i criteri da applicare nel caso in cui due squadre arrivino a pari punti. Si darà preferenza alla squadra che vanti:
a) il maggior numero di punti conquistati negli scontri diretti;
b) la migliore differenza reti negli scontri diretti;
c) il maggior numero di reti segnate negli scontri diretti;
d) il maggior numero di punti conquistati nello scontro diretto con la terza classificata;
e) la migliore differenza reti nello scontro diretto con la terza classificata;
f) il maggior numero di reti segnate nello scontro diretto con la terza classificata;
g) la migliore differenza reti totale;
h) il maggior numero di reti segnate totale.

Foto: Maurizio Valletta LPS

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Remco Evenepoel tornerà a pedalare solamente tra tre settimane. Giro a rischio?

Pallamano, Mondiali 2021: la Svizzera mette paura alla Francia, passa il turno la Macedonia del Nord