Pallanuoto femminile, Paolo Zizza: “Diventa fondamentale gestire la tensione. Le emozioni saranno tante”

La mente è già a domani, alle semifinali, dove saranno messi in palio due posti per Tokyo. Oggi si sono disputati i quarti di finale del Preolimpico di pallanuoto femminile: successo del Setterosa del CT Paolo Zizza su Israele per 15-6. Le azzurre affronteranno domani alle ore 20.00 l’Ungheria del CT Attila Biro, chi vince avrà il pass olimpico.

Paolo Zizza al termine del match odierno ha parlato in zona mista (virtuale) ad OA Sport, affrontando direttamente il tema della sfida decisiva contro le magiare: “Diventa fondamentale gestire la tensione. Le emozioni saranno tante, bisogna non farsi innervosire da qualsiasi tipo di situazione e di caratteristica che può essere anche arbitrale, sapendo che inizialmente ci potrebbe essere un metro di giudizio non consono al nostro tipo di gioco. Dobbiamo essere lucidi e non farci innervosire da nulla, dobbiamo soltanto pensare a quello che abbiamo preparato e giocare al 100%“.

La partita con le ungheresi sarà molto fisica: “L’Ungheria ha due centroboa importanti dal punto di vista fisico, per cui chiaramente sarà importante riuscire a fare un’ottima zona, aiutarsi molto di più e quindi cercare di limitare le espulsioni dei nostri difensori. Ognuna delle nostre atlete deve essere pronta ad andarsi a prendere il fallo, per evitare nella parte finale della gara di perdere qualche difensore“.

Foto: Marco Todaro LPS

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallanuoto, Giulia Viacava: “Non vediamo l’ora di scendere in acqua, l’Ungheria ci deve temere. Domani non passerà nessuno”

Ciclismo, Letizia Paternoster: “Ho avuto il Covid-19, non ho potuto partecipare ai ritiri con Trek-Segafredo e Nazionale”