MotoGP, rivoluzionato il calendario 2021: doppietta in Qatar all’esordio, posticipate le gare americane

Dopo aver fissato i test pre-stagionali nelle scorse ore, FIM, IRTA e Dorna Sports hanno rilasciato un aggiornamento del calendario del Campionato del Mondo MotoGP 2021. La situazione generale legata alla pandemia sta nuovamente proponendo severe difficoltà agli organizzatori che, quindi, hanno dovuto prendere alcune decisioni importanti. È confermato il Gran Premio inaugurale in Qatar dal 26 al 28 marzo, ma sarà seguito da un secondo appuntamento, il GP di Doha, che si svolgerà sempre al Losail International Circuit il fine settimana successivo, dal 2 al 4 aprile.

L’Autodromo Internacional do Algarve, in Portogallo, sarà la sede del terzo round del campionato, dal 16 al 18 aprile, quindi il paddock si dirigerà al Circuito de Jerez-Angel Nieto come già previsto per il Gran Premio di Spagna del 2 maggio. Oltre a questo nuovo inizio di campionato, sono stati posticipati sia il Gran Premio dell’Argentina, sia quello delle Americhe. La data del recupero non è ancora stabilita, ma si proveranno a inserire nuovamente nella parte finale del 2021.

Come proseguirà, quindi, il calendario del Mondiale 2021? Dopo la Spagna si passerà a Le Mans per il GP di Francia del 16 maggio, quindi si tornerà al Mugello per il GP d’Italia del 30 maggio, una settimana dopo toccherà al Gran Premio di Catalogna al Montmelò del 6 giugno. Si proseguirà in Europa, con il Gran Premio di Germania del Sachsenring del 20 giugno, prima del GP d’Olanda di Assen del 27 giugno. Dopodiché, il weekend dell’11 luglio, si dovrebbe correre in Finlandia, se il KymiRing sarà omologato.

La pausa estiva sarà lunga, si concluderà nel fine settimana di Ferragosto, dato che il 15 agosto sarà di scena il GP d’Austria al Red Bull Ring. Due settimane dopo toccherà al GP della Gran Bretagna a Silverstone, prima della doppietta Aragon-Misano del 12 e 19 settembre. Quindi, salutato il Vecchio Continente, toccherà alla trasferta asiatica. Il 3 ottobre ci sarà il GP del Giappone a Motegi, quindi GP della Thailandia a Buriram il 10 ottobre, infine GP d’Australia a Phillip Island il 24 ottobre e GP della Malesia di Sepang del 31 ottobre, prima del gran finale di Valencia del 14 novembre. Rimane ancora come “riserva” il GP di Indonesia di Mandalika, a sua volta in attesa di omologazione.


Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Dominik Paris torna sul podio: è 3° sulla Streif di Kitzbuehel! Feuz sfata il tabù

Biathlon, IBU Cup Arber II 2021: nella 7.5 km sprint femminile indietro le azzurre