Grand Prix Cycliste la Marseillaise 2021: possibile bagarre tra la Route des Cretes e il Col de la Gineste

In un lungo susseguirsi di rinvii e cancellazioni, resiste con grandissima fatica il Grand Prix Cycliste la Marseillaise, che andrà in scena domenica 31 gennaio, e che aprirà ufficialmente la stagione ciclistica 2021 francese. Il suo percorso si è sempre aggirato intorno ai 150 chilometri, ma quest’anno, a causa della fine abbastanza tardiva dell’ultima stagione, gli organizzatori hanno pensato di aumentare un po’ la dose di fatica per gli atleti, e arrivare fino a 171 chilometri.

Il tracciato del GP la Marseillaise avrà inizio con un giro neutrale attorno ad Allauch, per poi dirigersi verso alcune salite abbastanza lunghe ma non estreme come la Montée le Terme, Pas de la Couelle, Col de l’Espigoulier e Les Bastides a Roquefort-la-Bedoule. Il tutto mentre il percorso si dirige a nord verso Fuveau, prima di tornare a sud in direzione della costa. Il tracciato si fa serio negli ultimi 35 chilometri quando i corridori, usciti da Cassis, si dirigeranno verso la ripida ascesa della Route des Cretes (3,9 km al 7,9%), per poi affrontare, dopo circa 10 chilometri, il Col de la Gineste (7,2 km al 3,1%). Da qui sarà una lunga rincorsa verso Marsiglia e il traguardo finale del Velodromo Orange.

In assenza del vincitore uscente Benoît Cosnefroy, il campione del mondo di Valkenburg 2012 Philippe Gilbert (fresco e super motivato neo papà della piccola Valentine), sarà il leader di un’ambiziosa squadra Lotto-Soudal dove figurano anche John Degenkolb e Tim Wellens. Tra gli altri big possiamo citare Edvald Boasson Hagen (Total Direct Energie), Nicolas Edet (Cofidis) e Bryan Coquard (B&B Hotels).

Spiccano dunque otto azzurri che potrebbero raccogliere un bel risultato. Partiamo dall’ex campione europeo Matteo Trentin al suo debutto in maglia UAE-Team Emirates, che verrà affiancato da Alessandro Covi ed Oliviero Troia. Ma abbiamo anche due giovani velocisti in grado di tenere anche in salita come Andrea Vendrame (AG2R Citroën Team) e Stefano Oldani (Lotto Soudal), poi altri tre sprinter più esperti come Andrea Pasqualon (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux), Alessandro Fedeli e Mauro Finetto (DELKO).

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Skeleton: altra beffa per Valentina Margaglio, cinque centesimi la dividono dal podio. Vince Nikitina ad Igls, Coppa a Flock

Basket: Reggio Emilia passa il girone in FIBA Europe Cup 2021. L’Unahotels quasi spreca, ma batte l’Egis Kormend