Biathlon, primo sigillo in carriera per Lisa Hauser nella 15 km di Anterselva. Un’ottima Wierer ai piedi del podio

Il weekend di Anterselva (Italia), che ospita la settima tappa della Coppa del Mondo 2020-2021 di biathlon, si apre con il trionfo nella 15 km femminile dell’austriaca Lisa Theresa Hauser. La ventisettenne di Kitzbühel si conferma dunque la donna del momento, autrice di una crescita spropositata nel fondo durante l’estate e diventata a tutti gli effetti una big del circuito. Con l’aggiunta della proverbiale precisione al tiro (0+0+1+0) Hauser agguanta così la prima vittoria della carriera e diventa la seconda nella storia della propria nazione a raggiungere questo traguardo, in questo magico 2021 dove è salita per la prima volta sul podio e ci è rimasta in quattro delle cinque prove individuali disputate.

Un successo da assoluta padrona per la tirolese, che può vantare ben 43″ di vantaggio sull’ucraina Yuliia Dzhima, assoluta specialista del format e perfetta al poligono in questa nevosa giornata altoatesina. Questo secondo posto le vale il sesto podio della carriera di cui la metà sono arrivati proprio nelle 15km, dove trovò anche l’unico successo due stagioni fa in quel di Pokljuka che tra pochi giorni ospiterà i Mondiali 2021. Terzo gradino del podio per la transalpina Anais Chevalier-Bouchet, che ha mancato un solo bersaglio nella quarta serie che però non avrebbe cambiato le sorti della prova, visto che il ritardo dalla testa è di 1’04”.

Appena giù dal podio la nostra Dorothea Wierer, eccezionale sugli sci col quinto tempo e in piena corsa per la vittoria fino alla quarta serie, dove però è arrivato il secondo letale errore della sua individuale (1+0+0+1). L’azzurra ha terminato a 1’15” dimostrando in ogni caso la grande sintonia con il format, dove mantiene il pettorale rosso che verrà lottato in particolare con Hauser ai Mondiali.

Seguono in classifica la tedesca Janina Hettich (1) a 1’23”, poi le russe Evgenia Pavlova (2) a 1’49” e Svetlana Mironova (2) a 1’51” davanti alla bielorussa Dzinara Alimbekava, ottava con due errori a 1’52” che  si conferma dunque ad altissimi livelli. Sfuma purtroppo per sole due posizioni la top 10 per Lisa Vittozzi, autrice al pari di Wierer di una strepitosa 15 km sugli sci (settimo tempo) ma con tre errori (0+1+1+1) che la hanno relegata al dodicesimo posto a 2’43” dalla testa.

Sprofondano invece le prime tre della classifica generale. Come da tradizione il format non è amico delle norvegesi Tiril Eckhoff e Marte Roeiseland , oggi rispettivamente 18esima a 2’52” e 31esima a 3’30” con quattro errori a testa. Il divario tra le due si assottiglia a soli 6 punti e si infuoca in vista della partenza in linea di domenica. Non ne approfitta la svedese Hanna Oeberg, che al contrario partiva forse anche da favorita numero 1 oggi, mancando tre bersagli e chiudendo 29esima una manciata di secondi davanti al pettorale giallo.

Ampiamente fuori dai punti le altre azzurre. Nicole Gontier si prende la soddisfazione di essere la terza italiana , 56esimo posto con quattro errori a 5’45”. Non distante Federica Sanfilippo 60esima a 6’07” con 5 bersagli mancati, poi Michela Carrara 69sima con gli stessi errori a 7’08”.

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket: Brescia si rinforza con Darral Willis per sostituire Cline, diretto al Maccabi Tel Aviv

Ciclismo, Vincenzo Nibali deve posticipare il debutto: niente Volta Algarve per lo Squalo