Basket femminile, Serie A1 2021: Ragusa domina a Sassari

Dura un tempo la resistenza della Dinamo Sassari nel big match di giornata contro Ragusa. Le siciliane concedono un tempo equilibrato prima di scappare via nella ripresa, nonostante i 20 punti di Burke, miglior marcatrice della partita. Per Ragusa, invece, 16 punti per Romeo.

Big match di giornata e fin da subito è l’equilibrio a dominare a Sassari. Un lungo periodo di studio, con le due formazioni che faticano a mettere punti sul tabellone e che si sblocca dopo due minuti con il canestro di Burke per le padrone di casa. La tripla di Pertile dà il primo break per Sassari, ma Ragusa reagisce con la solita Nicole Romeo che da oltre l’arco rimette in parità il match con due canestri. Prova a riallungare la Dinamo sul +6 (ancora con la tripla di Pertile), ma risponde la squadra ospite e le triple di Tagliamento e Trucco chiudono il primo quarto con Ragusa avanti 20-19.

Il secondo quarto inizia sulla falsariga del primo con le due squadre che ribattono colpo su colpo alle marcature delle avversarie. Il primo vero break arriva dopo quattro minuti di gioco, quando la tripla di Consolini e il canestro della stessa giocatrice valgono un parziale di 7-0 per Ragusa che allunga. Prova a reagire Sassari ed è soprattutto la Mataloni a mettere a segno canestri pesanti che riportano le padrone di casa a -5, ma diversi errori da oltre l’arco negli ultimi secondi impediscono alle sarde di accorciare ulteriormente e si va al riposo con Ragusa avanti 34-39.

Ma il match si chiude nel terzo quarto, quando la resistenza di Sassari viene meno. Si parte con un parziale di 10-0 per Ragusa che spezza le gambe alle padrone di casa, incapaci di reagire alla superiorità di Romeo e compagne. Sono i canestri da oltre l’arco a fare la differenza, con le marcature di Santucci, Nicolodi e Tagliamento che allungano ancora, facendo arrivare le siciliane a +20 a tre minuti dall’ultima pausa. E allo scadere la tripla di Consolini manda le squadre allo stop con Ragusa avanti 45-67. Ultimo quarto, dunque, utile solo per le statistiche con le ospiti che comunque non alzano il piede dall’acceleratore e anche se i numeri non sono quelli del terzo quarto allungano ancora e si impongono per 54-88.

Credits: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Lorenzo Musetti riparte dal Challenger di Istanbul e dal gigante Danilo Petrovic. Altri quattro azzurri in tabellone

Speed skating, Europei 2021: Olanda dominante nella prima giornata, il migliore dell’Italia è David Bosa