American Magic salta il round robin di Prada Cup? Hutchinson: “Vediamo i danni, puntiamo alla semifinale. Ringrazio New Zealand. E le pizze…”

Terry Hutchinson, skipper di American Magic, ha rilasciato una lunga intervista a Newstalk ZB Sport al termine di una domenica infernale: Patriot ha scuffiato sul finire della regata contro Luna Rossa, valida per la Prada Cup. L’imbarcazione statunitense si è cappottata in acqua e ha rischiato seriamente di affondare. L’equipaggio è stato tratto in salvo, la barca è stata salvata dopo oltre due ore di lavoro in acqua ed è giunta sottocoperta attorno alle ore 23.00 locali, trainata a tre nodi per oltre 10 miglia nautiche. American Magic, incappata in quattro sconfitte consecutive, rischia di non prendere parte al round robin di settimana prossima e di presentarsi direttamente alla semifinale.

Hutchinson è stata molto chiaro sul futuro di Patriot: “Abbiamo subito qualche danno alla prua della barca: ora è troppo presto per sapere l’entità del danno e per dire quanto tempo serve per ripararlo. Manteniamo il nostro obiettivo sulla semifinale, ora torniamo con i piedi per terra. Le cose che non ti uccidono ti fortificano e sono molto fiducioso della squadra. Questa è la America’s Cup e dobbiamo essere pronti a lottare. Ci siamo sempre spronati l’un l’altro e penso che potremo avere anche un po’ di supporto dall’esterno, con i costruttori di barche locali. Se ne avremo bisogno li chiameremo e contribuiremo a rilanciare l’economia“.

Il leader del sodalizio a stelle e strisce ha rivolto una serie di accorati ringraziamenti: “Ringrazio tutte le autorità locali e in particolare Team New Zealand, Luna Rossa e Ineos Uk per il supporrto che ci hanno dato in acqua. In particolare New Zealand, che ci ha aiutato a rimorchiarci al molo per tre ore e mezza. In questi momenti si capisce davvero cosa gli avversari possono fare per te e di come dobbiamo trattarci a vicenda. Hanno dato una grande dimostrazione di sportività. Alcuni membri sono rimasti con il nostro equipaggio per l’intero viaggio di ritorno, altri si sono dati da fare per prenderci delle pizze“.

Foto: Luna Rossa Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallamano, Serie A femminile 2021: Brixen e Oderzo non mollano, rinviata la partita di Salerno

Salto con gli sci, Alex Insam torna in zona punti ed è 30° a Zakopane! Vince Lindvik, solo 23° Granerud