Volley, Modena contro Ivan Zaytsev: i Canarini sfidano il Kemerovo dello Zar, scontro cruciale di Champions League

Modena è pronta per incominciare la sua avventura nella Champions League 2020-2021 di volley maschile. Da oggi a giovedì, infatti, i Canarini saranno impegnati nella prima bolla della fase a gironi della massima competizione europea. A Roeselare (Belgio) i ragazzi di coach Andrea Giani partiranno oggi pomeriggio (ore 17.30) dal confronto più atteso, ovvero quello contro il Kuzbass Kemerovo del grande ex Ivan Zaytsev. Lo Zar ha lasciato la compagine emiliana al termine della passata stagione e si è accasato in Russia, con la speranza di poter tornare a vestire il giallo in un futuro molto vicino. Modena, inserita in un gruppo molto ostico completato dai polacchi del Varva Varsavia e dai belgi del Knack Roeselare, partirà con gli sfavori del pronostico contro gli Orsi, ma proverà a cercare il colpaccio.

Il Kuzbass Kemerovo è partito a razzo in campionato: 26 punti in 11 partite (9 vittorie e 2 sconfitte), secondo posto a cinque lunghezze dallo Zenit Kazan (il quale ha giocato un incontro in più). Ivan Zaytsev sta martellando con grandissima continuità, l’opposto della nostra Nazionale è quasi sempre il top scorer e staziona attorno ai 20 punti di media, palesando uno stato di forma davvero eccellente. Il 32enne vorrà sicuramente ben figurare contro la sua ex squadra, giocherà in diagonale con Kobzar e sarà sostenuto dagli schiacciatori Sivozhelez e Karphukov (a disposizione anche Markin). Coach Verbov può contare anche sui centrali Shcherbakov e Krsmanovic, Shishkin sarà il libero.

Modena è invece momentaneamente quarta in campionato, ieri è tornata alla vittoria contro Ravenna dopo quattro sconfitte consecutive e cercherà di impensierire gli Orsi, puntando molto sugli attaccanti Luca Vettori, Daniele Lavia e Nemanja Petric, imbeccati dal regista Micah Christenson. Si tratta di uno scontro diretto cruciale in ottica qualificazione ai quarti di finale (avanzano soltanto le vincitrici dei cinque gironi e le tre migliori seconde classificate), gli emiliani dovranno subito ruggire per non rischiare di perdere un treno importante in un gruppo estremamente ostico.

Foto LM-LPS/Daniele Ricci

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Marco Belinelli: “Tornare a casa è stata la scelta giusta, con la Virtus voglio vincere! Sul derby con la Fortitudo…”

F1, la Red Bull sfoglia la margherita: Sergio Perez in pole, Alexander Albon in risalita, Nico Hulkenberg fuori dai giochi